“Bilbolbul” – Festival Internazionale del Fumetto

L'evento...

“bilbolbul”

Festival Internazionale del Fumetto

Bilbolbul, sembra una parola magica, legata a un mondo immaginario e ai personaggi fantastici che i bambini incontrano nelle storie a loro dedicate o, semplicemente, che scaturiscono dalla loro fantasia.

Bilbolbul è il nome di quello che è considerato il primo fumetto italiano, creato da Attilio Mussino e pubblicato sul Corriere dei Piccoli dal 1908.

Ma Bilbolbul è anche il Festival Internazionale del Fumetto che si tiene a Bologna da sette anni e che quest’anno occuperà la città per quattro giorni, dal 21 al 24 febbraio.

L’associazione culturale Hamelin, che ne cura l’organizzazione, quest’anno ha puntato in grande, con l’intento di oltrepassare i confini tra le varie forme espressive: i protagonisti del festival saranno, oltre all’illustrazione, la scrittura, il cinema il teatro e la musica.

“Bilbolbul ribadisce la sua vocazione invitando disegnatori provenienti da tutto il mondo, autori affermati e talenti poco conosciuti. Il confronto con gli artisti e con le realtà internazionali, nazionali e del territorio che partecipano al festival ha portato alla costruzione di un programma che esplora formati inediti, che ripensa gli spazi e i percorsi espositivi, che lascia emergere nuove possibilità creative”
(dal volantino della manifestazione).

Il centro nevralgico del festival sarà la Biblioteca Salaborsa  (infopoint, bookshop e spazio dediche), tutte le serate del festival finiranno al Bentivoglio Club e la Sala espositiva della Cineteca di Bologna si trasformerà nella Fumettofficinema, uno spazio interamente dedicato ai ragazzi.

Il festival Bilbolbul è incontri, mostre, proiezioni, spettacoli e laboratori per ragazzi, cui è dedicato un'apposita sezione “Bilbolbul Ragazzi”, che trasformerà la sala espositiva della Cineteca di Bologna nella Fumettofficina, uno spazio in cui i bambini possono leggere, giocare, creare e immergersi nel mondo delle storie a fumetti. 

Dopo i quattro giorni di “anteprima” con Aspettando Bilbolbul , una serie di incontri e inaugurazioni di mostre dal 15 al 20 febbraio - che vedono protagonisti giovani e talentuosi autori come AmenitàLaura Scarpa e Giulia Sagramola - il festival si aprirà “ufficialmente” giovedì 21 febbraio, giornata in cui verranno premiati i vincitori dei concorsi Un fuoco dentro e Noi e gli altri.

Alle 12.30 si terrà l’incontro Perdersi a… – Esplorazioni urbane a fumetti, con Andrea Baricordi (Kappa edizioni) e Leonardo Tancredi (Piazza Grande), mentre alle 15.00 sarà possibile incontrare il maestro Vittorio Giardino grazie all’appuntamento La quinta verità – tra le righe: dalla parola al disegno. Nel pomeriggio si terrà il primo laboratorio di Fumettofficinema, Fumetti in stop motion, dedicato ai ragazzi dagli 8 agli 11 anni e, alle 21.30, la live performance Che notte quella notte: Fred Buscaglione, una vita swing, a cura dell’associazione culturale Comics Cocktails e Kappa edizioni.

Venerdì 22 febbraio si terrà un Workshop di serigrafia, con Tomi Um  e l’incontro La prima volta che… con Gabriele Peddes, Simone Cortesi, Silvia Rocchi, Flavia Bindi, gli editori Becco Giallo, Black Velvet e Renbooks. Alle 15.00 l’appuntamento diventa internazionale: The wagenbreth illustration plant, un incontro con l’artista Henning Wagenbreth. Alle 19.00 si terrà l’incontro 12/24/36 – Reality Draws con Elettra Stamboulis, Michele Ginevra, Alessandro Baronciani e Sara Colaone. Chiuderà la serata la performance Rap violent in the getto street.

Anche il programma di sabato 23 sarà molto articolato: alle 11.00 si terrà il laboratorio Alla ricerca di Enrichetto Cosimo, dedicato ai ragazzi tra gli 11 e i 13 anni; alle 13.00 The full Monti, un incontro con l’inchiostro tagliente di Makkox e, più tardi, due incontri-proiezioni per il ciclo I film della mia vita, una con Vittorio Giardino e una con Lorenzo Mattotti.

Domenica 24 sarà l’ultima giornata del festival, che offre innumerevoli alternative per tutti.

Alle 12.00 si terranno tre incontri: La realtà della finzione con Antonio Altarriba, 500 milioni di stelle con Mabel Morri e Colazione con Teiera con le bravissime Giulia Sagramola, Sarah Mazzetti, Cristina Spanò e Carmen Segovia di Teiera autoproduzioni. Alle 17.00, presso la Libreria Giannino Stoppani, si terrà la premiazione del premio Orbil Balloon, a cura dell’associazione Librerie indipendenti per ragazzi.

Tra le numerose mostre in programma al Bilbolbul:

DafDaf - l'ebraismo illustrato per piccoli e grandi lettori, presso il Museo Ebraico, dal 20 febbraio al 25 marzo;

Vittorio Giardino - La quinta verità, presso il museo civico archeologico, dal 22 febbraio al 1° aprile;

Jason - Tutto sarebbe stato lo stesso, presso il museo internazionale e biblioteca della musica dal 22 febbraio al 1° aprile;

Aisha Franz - Lucky You!, presso lo Zoo dal 22 febbraio al 28 marzo; 

Tomi Um - Che farò senza, presso Elastico Studio dal 22 febbraio al 13 marzo.

Per un elenco completo, potete consultare l’apposita sezione

Qui è possibile scaricare il programma completo del festival.

Per ulteriori informazioni: http://www.bilbolbul.net/2013/it/info.html

laMau

© 2013 imieilibri.it

 


L'evento è pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...