Presentazione di “Noir. Istruzioni per l’uso”

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > incontri letterari > incontro con autori > news mondo editoriale > presentazioni
Questo evento si è tenuto il 31 gennaio 2013 presso la Libreria Feltrinelli, Piazza Piemonte 2 (Milano), alle 18:30.
L'evento...

Presentazione di
“Noir. Istruzioni per l'uso”
di Luca Crovi


Acquista su laFeltrinelli.it

Sono molto più di cinquanta le sfumature del giallo: se inevitabile è, infatti, la presenza di un investigatore eroe a cui tocca il compito di risolvere o fermare un crimine, tantissime e diverse sono le sue declinazioni.

Dal poliziesco con il suo focus sui metodi d'indagine, al deduttivo, il più classico dei gialli -alla “Dieci piccoli indiani”- in cui la ricostruzione logica dei fatti attraverso prove ed indizi porta alla rassicurante idea di un mondo ordinato, in cui tutto ha una spiegazione, passando per l' hard boiled, sottogenere americano per eccellenza, in cui detective scontrosi ed asociali combattono il crimine con metodi poco ortodossi e al limite della legalità, al noir, vicino all'idea di un mondo caotico e a-logico e che spesso manca della soluzione del crimine: a condurre i suoi lettori tra le trame del giallo giovedì 31 gennaio (alle 18.30), presso la Libreria Feltrinelli di Piazza Piemonte a Milano, sarà Luca Crovi.

L'occasione è l'uscita in libreria, del suo ultimo lavoro “Noir. Istruzioni per l'uso” (edito da Garzanti; disponibile su laFeltrinelli.it).
Per stessa ammissione dell'autore, una sorta di enciclopedia del noir, un manuale tascabile di storia della letteratura gialla e, allo stesso tempo, una guida alla lettura e una collezione di regole per chi voglia cimentarsi in questo tipo di scrittura.

Punto di partenza le interviste, i consigli e le dritte ma anche gli aneddoti che, da critico e conduttore radiofonico – la sua carriera spazia, infatti, da “Il giornale” a “Max”, alla rivista “Suono”, ad una trasmissione su Radio Due dedicata al giallo- Crovi ha avuto modo di raccogliere dai più grandi maestri del genere.

C'è per esempio Arthur Conan Doyle che racconta i difetti e i limiti del suo Sherlock Holmes, il detective col deerstalker, il tipico cappellino da cacciatore, e la pipa ricurva che, oltre ad essere entrato di diritto nell'immaginario aulico del genere, è il più imitato e rivisitato, tanto da fruttare ancora - come sottolinea il New York Times - agli eredi parecchie migliaia di dollari dal copyright.
O la signora del giallo, Agata Christie, che confessa come Poirot e la tanto autobiografica Miss Marple, protagonisti della maggior parte della sua produzione letteraria, siano nati tanto in profumate vasche da bagno e quanto in alberghi di quart’ordine.

E ancora Alfred Hitchcock che ammette di essere il peggior lettore di libri, nonostante la sua abilità nel tradurre in soggetti e immagini cinematografiche i codici e i clichè di genere.

Tantissimi gli altri autori di cui, attraverso la ricostruzione di Crovi, è svelata la genesi del successo: da P.D. James, considerata la maggiore scrittrice vivente di romanzi gialli e celebre per l'ironia e l'ambientazione nell'Inghilterra vittoriana dei suoi romanzi che, intervistata, ha ammesso che la passione per il genere nasce prima di tutto da lettrice, a Ken Follet, autore di alcuni tra i più grandi best seller degli ultimi tempi, che mostra un'inaspettata anima blues e Patricia Cornwell che svela i suoi sogni da bambina.

Non mancano neanche gli italiani come Augusto De Angeli, padre del commissario De Vincenzi, il primo detective dalle caratteristiche squisitamente italiane, che discute con Gilberth K. Chesterton, creatore di Padre Brown, sacerdote e investigatore provetto, della poetica e l'estetica del romanzo giallo.

E per chi cerca soprattutto consigli di scrittura ci sono, tra gli altri, Jeffery Deaver, premiatissimo scrittore di thriller, che suggerisce di seguire una rigida scaletta, nella quale inserire almeno ogni sei pagine un colpo di scena capace di far saltare sulla sedia il lettore, e Michael Crichton, artista eclettico, che riesce a passare dal successo letterario di “Jurassic Park” a quello televisivo della serie “E.R-Medici in prima linea”,di cui è ideatore, che sottolinea l'importanza dei modelli: tenere a mente un grande classico e riscriverlo secondo una nuova scansione sarebbe, per lui, la chiave per ottenere un perfetto e avvincente best seller.

A discutere di tutto questo e del processo che ha portato alla stesura di un libro di indagini “pop-noir” -dove pop non può che far riferimento alle grandi icone del giallo che ne popolano le pagine- in una sorta di grande festa nel giorno dell'uscita in libreria, saranno, insieme all'autore, Massimo Carlotto, Simone Sarasso, Gianni Biondillo, Claudio Sanfilippo, Daniela De Gregorio e Mike G. Jacob, Seba Pezzani e Stefano Covri, che ha realizzato- insieme ad Oliviero Ponte di Pino, ideatore del progetto editoriale- una mappa interattiva che abbina alle principali città internazionali un giallo e il suo protagonista.

ViDa

© 2013 imieilibri.it

 


Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...