“I Bambini della Shoah” mostra di illustrazioni “per non dimenticare”

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > EventiPrimoPiano > gruppi di letture/reading > mostre tematiche > scuole, corsi e laboratori
Questo evento si è tenuto dal 2 gennaio 2013 al 27 gennaio 2013 presso il Museo Archeologico Nazionale della Valle del Sarno, Sarno (Salerno) (tutta la giornata).
L'evento...

“I Bambini della Shoah”

mostra di illustrazioni “per non dimenticare”

“Sono stato bambino tre anni fa.
Allora sognavo altri mondi.
Ora non sono più un bambino,
ho visto gli incendi
e troppo presto sono diventato grande.
Ho conosciuto la paura,
le parole di sangue, i giorni assassinati…”

Hanuš Hachenburg, ha 14 anni ed è uno degli almeno due milioni di bambini, costretti a diventar grandi troppo presto dalla follia della soluzione finale, dalla fame e dal freddo nei lager, dalla violenza e dalla morte che ha il volto dell'amico mai tornato dalla doccia.

I numeri sono approssimativi e politici - la stessa cifra ufficiale dei 6 milioni di ebrei vittime della Shoah fu, infatti, messa in circolo anni dopo e calcolata semplicemente come sottrazione tra gli ebrei che abitavano in Germania prima della guerra e quelli che vi restarono dopo - e del resto, anche fossero corretti, non riuscirebbero comunque a rendere l'orrore e la totale assenza di logica di una delle pagine più tristi della storia internazionale.

E se ricordare è un dovere e raccontare ai più piccoli una necessità, per non farne, davanti alla storia che non riesce ad essere magistra vitae, un sacrificio del tutto inutile, farlo attraverso il linguaggio semplice ed universale del disegno non può che essere un valore aggiunto.

E' questa l'idea alla base della mostra “I Bambini della Shoah” che si terrà dal 2 al 27 gennaio presso il Museo Archeologico Nazionale della Valle del Sarno.

Organizzata dall'associazione di volontariato Nuova Officina Onlus, da sempre attenta alla sensibilizzazione dei più giovani, la mostra vedrà impegnati più di quaranta disegnatori, vignettisti e fumettisti italiani e stranieri.

Quattro le sezioni: lo spazio espositivo con i contributi inediti degli artisti.

I due percorsi narrativi ispirati rispettivamente ai libri L'albero di Anne, scritto da Irene Cohen-Janca che narra, dalla prospettiva straniante del più vecchio ippocastano di Amsterdam, la storia di reclusione e scrittura matta e disperatissima di Anna Frank, e Il volo di Sara, storia di una bambina deportata e della sua amicizia speciale con un pettirosso, scritto da Lorenza Farina e illustrato da Sonia M. L. Posentini e, infine, il percorso tra le sette tavole inedite disegnate dai giovani illustratori di Fabrica.

Il centro di ricerca sulla comunicazione di Benetton Group, e in particolare la sua area sulla comunicazione visiva, ha scelto in fatti di dare il suo contributo con delle illustrazioni ispirate ai poemi scritti dai bambini del campo di Terezin, dove più per scopi propagandistici che per altro, la Gestapo si assicurò che i deportati, soprattutto se giovani, riuscissero ad essere impegnati in attività culturali.

Filo spinato che si trasforma nel gambo verde e vivo di una rosa, le strisce nere della divisa dei deportati che predono la forma di alberi, un cavallino a dondolo dietro le sbarre: dolore e speranza si fondono in un linguaggio semplice, puro, ingenuo, tanto da credere alla possibilità di redenzione e alla bontà del genere umano, come le storie di cui parla.

Uno spazio didattico con pannelli informativi e fotografici, reperti storici e un contributo audiovisivo sulla Shoah completerà poi il percorso espositivo.

Per i più piccoli è prevista anche la possibilità di una visita guidata, con commento e lettura delle illustrazioni presenti, a cura di Imma Napodano, esperta di letteratura per l'infanzia e responsabile del progetto “Nati per leggere” che, da più di 10 anni, promuove l'educazione alla lettura dei più piccoli.

Previsto per sabato 26 gennaio, invece, l'incontro con Vera Michelin Salomon, bibliotecaria di famiglia protestante e presidentessa dell'Associazione Nazionale Ex-Deportati, che racconterà agli studenti di alcune scuole primarie e secondarie di tutta la Campania, la sua esperienza in prima persona da deportata.

Frutto finale della mostra sarà un catalogo delle tavole e delle illustrazioni esposte, in libreria entro dicembre 2013, i ricavati della cui vendita finanzieranno il progetto Help for Zambian per la costruzione di alcuni reparti dell'ospedale di Lusaka.

Solidarietà, memoria, impegno sociale si incontrano così tra le pieghe della storia.

Ulteriori informazioni su date, appuntamenti ed artisti presenti sono disponibili alla pagina ufficiale Facebook della manifestazione.

ViDa

© 2012 imieilibri.it

 


Evento organizzato da Nuova Officina Onlus e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...