Non buttiamoci giù di Nick Hornby

Il commento...

“Non buttiamoci giù”
di Nick Hornby


Acquista su laFeltrinelli/IBS/inMondadori

«Se posso spiegare perché volevo buttarmi dal tetto di un palazzo? Certo che posso spiegare perché volevo buttarmi dal tetto di un palazzo. Cavolo, non sono mica deficiente. Posso spiegarlo perché non è un fatto inspiegabile: è stata una scelta logica, la conseguenza di un pensiero fatto e finito. E neanche di un pensiero troppo serio. Non voglio dire che fosse un capriccio - solo che non era tremendamente complicato o angoscioso.»

Prendete quattro persone. Quattro individui diversi per sesso, età, estrazione sociale, vissuto ma legati gli uni con gli altri da un sottile e invisibile filo conduttore.

Mettete queste stesse persone la notte di Capodanno su un palazzo di Londra dal poco auspicabile nome “Casa dei suicidi” e il gioco è fatto…

In un mix esplosivo di ironia disarmante, vivido cinismo e tinte agrodolci, in “Non buttiamoci giù” (disponibile online su laFeltrinelli/IBS/inMondadori) Nick Hornby racconta le vite di quattro personaggi problematici, che per casualità o fato, si ritrovano nello stesso posto accomunati dallo stesso obiettivo: dare un taglio alle loro miserabili vite.

I personaggi ci sono tutti e con tutti i crismi del caso.

C’è Martin, anchorman sulla via del tramonto, uomo di successo che si  ritrova investito da uno scandalo sessuale per essere andato a letto con una quindicenne. C’è Maureen una donna sulla cinquantina sola e abbandonata a se stessa, che si ritrova ad accudire un figlio in stato semi-vegetativo e che dalla vita ha raccolto solo disgrazie. C’è Jess,  il personaggio più problematico e contorto del Gruppo. Sboccatissima sedicenne figlia del viceministro dell’Educazione, decide di farla finita dopo essere stata abbandonata dal ragazzo “di turno” ma i reali motivi sono ben più profondi e radicati e infine c’è J.J. , giovane rocker fallito e mollato dalla band e dalla ragazza.


(prima foto tratta dalle riprese del film “A long way down” adattamento cinematografico del romanzo)

In questo romanzo dal titolo emblematico l’autore racchiude uno degli insegnamenti di vita più importanti: aiutare il prossimo.

E sarà questa la chiave di svolta nelle vite dei protagonisti. Si aiuteranno reciprocamente, confrontandosi, odiandosi, sopportandosi ma non pensando più esclusivamente alle loro singole vite e ai loro problemi, ma a quelli del compagno di avventura accomunati da un nuovo e importante obiettivo: non buttarsi giù.

Una lettura piacevole, empatica. Un romanzo in cui il lettore si può riconoscere, rispecchiando la propria quotidianità fatta di piccoli e grandi drammi con quelle dei personaggi descritti e delle loro storie.

«Perché sbaglio sempre a calcolare il peso delle cose. Ogni volta ti tocca indovinare se una cosa è pesante o leggera, specialmente quelle dentro di te, e indovini sbagliato…»

Un libro propositivo ma al tempo stesso realistico e non “stucchevole” consigliabile a tutti gli amanti di Hornby e dell’humour all’inglese, ma più in generale a tutti… perché tutti abbiamo bisogno di non buttarci giù di fronte alle svariate prove che la vita ci impone.

«Chissà perché non avevo pensato che non è che uno si può buttare dove e quando vuole: ma poi ho scoperto che non ti lasciano fare così…»

L’Autore
Nick Hornby nasce a Londra nel 1957 ed è considerato una delle voci più originali della generazione contemporanea. Abile descrittore dei vizi e virtù della propria generazione esordisce in campo letterario nel 1992 pubblicando il best seller Febbre a 90°, che racconta la passione dell’autore per lo sport del calcio, in particolare per la sua squadra del cuore, l’Arsenal.

E’ autore di numerosi romanzi “Alta fedeltà” (disponibile online su laFeltrinelli/IBS/inMondadori), “Come diventare buoni” (disponibile online su laFeltrinelli/IBS/inMondadori), “About boy” (disponibile online su laFeltrinelli/IBS/inMondadori), “È nata una stella” (disponibile online su laFeltrinelli/IBS/inMondadori), contraddistinti da una forte verve umoristica, da cui sono stati tratti importanti adattamenti cinematografici.


Nick Hornby, “Non buttiamoci giù” - Edito da Guanda
Disponibile online su laFeltrinelli/IBS/inMondadori

È possibile effettuare il download di un'anteprima del libro (in pdf) sul sito dell'editore (qui).

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...