Presentazione di “Gramsci in carcere e il fascismo” a Firenze

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > ciclo di incontri > incontri letterari > incontro con autori > presentazioni
Questo evento, inserito nell'ambito di Ciclo di Incontri “Leggere per non dimenticare”, si è tenuto il 19 dicembre 2012 presso la Biblioteca delle Oblate, via dell'Oriuolo 26, Firenze (Firenze), alle 17:30.
L'evento...

A “Leggere per non dimenticare”

Luciano Canfora
presenta

“Gramsci in carcere e il fascismo”

“Indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti”
(Antonio Gramsci)

Il rapporto tra intellettuali e potere è un tema che da sempre ha affascinato ogni storico che abbia tentato di compenetrare l’insidioso legame tra due forme espressive spesso vicendevolmente intrecciate.

Dall’antichità ad oggi dunque, seguendo un fil rouge senza discontinuità.

Non è casuale allora che ad occuparsi di una grande figura di pensatore come quella di Antonio Gramsci sia stato Luciano Canfora, grande studioso del mondo classico e docente di Filologia all’Università di Bari, che presenterà il suo libro “Gramsci in carcere e il fascismo” (Salerno Editrice) presso la Biblioteca delle Oblate di Firenze, mercoledì 19 dicembre.

Il professore infatti, già attento a queste commistioni (da lui di recente esaminate, ad esempio, nell’intervento sul filosofo Platone respinto dal tiranno di Siracusa, Dionigi, nel corso del ciclo “Lezioni di storia” all’Auditorium di Roma), ha indagato in un originale volume dedicato alla riflessione gramsciana circa le prospettive storiciste del fascismo.

“Gramsci in carcere e il fascismo” non ripercorre soltanto i dieci anni di detenzione del politico italiano
Con un taglio innovativo - limitati infatti gli interventi in tale ambito della critica precedente - segue le riflessioni del pensiero gramsciano sull’idea stessa di fascismo, non limitandosi peraltro entro i confini nazionali.

Una riconsiderazione di ampio respiro dunque, in grado di collegare l’esperienza del nostro Paese con le coeve vicende europee, e non solo: altra grande protagonista è infatti la Russia, con il sovietismo che giganteggia tra gli altri cruciali esperimenti del Novecento. Il tentativo di tracciarne somiglianze e differenze contribuisce quindi a delineare un quadro molto ricco di quell’epoca; inoltre, nel corso della meditata e faticosa elaborazione dei “Quaderni del carcere”, l’intellettuale dovette confrontarsi anche con la considerazione scientifica ottenuta dal fenomeno fascista.

Un altro dei temi affrontato è perciò il consenso, anche nel panorama dell’intellighenzia italiana, ottenuto dal movimento di Benito Mussolini: come fu possibile un tale sostegno? I nuovi interrogativi sollevati da Canfora donano nuova linfa ad una problematica sempre attuale: i labili confini tra adesione e ossequio, tra condivisione e servilismo.

Importante è poi anche l’approccio dell’autore ai testi di Gramsci, definito “filologico”: non è difficile immaginare come un metodo di indagine tanto apprezzato in ambito antichistico possa infatti applicarsi anche a testi più “moderni”, con il fine ultimo di suggerire nuovi percorsi di lettura e suscitare ulteriori ipotesi interpretative.
Il che, in sostanza, non significa altro che far progredire la ricerca e salvare testi altrimenti condannati all’oblio da una lettura apatica e stantia.

La gestione politica di una pubblicazione tanto delicata come fu quella dei “Quaderni” apre poi il sipario su un altro punto focale: gli intrighi, le tensioni e i malumori alla viglia dell’uscita delle carte avvincono il lettore come un thriller, scaraventandolo in una delle pagine più controverse della nostra storia.

L’incontro è parte della nuova stagione del ciclo di incontri “Leggere per non dimenticare”, a cura di Anna Benedetti, che a cadenza settimanale, fino a maggio 2013, propone un ampissimo calendario di incontri di grande interesse - tra romanzi e poesie, classici e novità assolute - e dalle sfaccettature più variegate.

Caterina M

© 2012 imieilibri.it

 


Evento organizzato da Comune di Firenze - Assessorato alla Cultura e curata da Anna Benedetti e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...