Presentazione de “Chi è la più cattiva del reame?”

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > incontro con autori > presentazioni
Questo evento si è tenuto il 24 novembre 2012 presso la Biblioteca Comunale “A. Manzoni”, Piazza dei Popoli 1 - Pioltello (Milano), alle 18:00.
L'evento...

“Chi è la più cattiva del reame?”

Figlie, madri e matrigne nelle nuove famiglie

Matrigna. Una parola che solo nel suo pronunciarsi suona antipatica. Un sostantivo che nell’immaginario, nella letteratura e nell’arte è sempre stato associato alla rappresentazione di una donna arcigna, malevola, usurpatrice.

In principio sono state le fiabe a dipingere questa bistrattata figura come un essere nefasto, poi Walt Disney ha pensato bene di calcare la mano, enfatizzandone l’immagine con modelli di donne dall’aspetto streghesco e inquietante, fino ad arrivare al giudizio definitivo della psicoanalisi: la matrigna è la parte oscura e minacciosa della madre.

Insomma, diciamocelo, le “fidanzate di papà” non hanno mai avuto vita facile … ma ora le cose stanno cambiando.

E proprio di questo cambiamento si discuterà sabato 24 con Laura Pigozzi che, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, presenterà il suo romanzo Chi è la più cattiva del reame? Figlie, madri, matrigne nelle nuove famiglie un saggio psicoanalitico sull’evoluzione degli scenari familiari quando esiste, oltre alla madre, un’altra figura femminile investita di ruolo materno.

Le famiglie “allargate”, sdoganate sempre più dai media e dalle serie tv, rappresentano una consistente realtà oggi giorno ed è per questo che è necessario far luce e interrogarsi sui nuovi ruoli dei protagonisti del “romanzo famiglia”.

Questo libro esplora, con gli strumenti della psicoanalisi, la natura dei legami – spesso inattesi – che intercorrono, emergono e si vengono a creare nelle nuove famiglie.
In particolare indaga sul “menage a trois” che si viene a creare tra figlia, madre e matrigna.

Cosa accade, per esempio, nella relazione madre-figlia quando esiste, oltre alla madre, anche un’altra figura femminile investita, anche solo a tempo parziale, di un ruolo di cura? E quali sono i legami che nascono tra la matrigna e la figlia del partner e con la madre di questa? E, soprattutto, come cambia, in presenza di una matrigna, la classica relazione madre-figlia? Che ne sarà, per esempio, del tipico amore-odio che lega una figlia alla propria madre, così indispensabile per separarsi da lei e per crescere, quando c’è anche una matrigna? La ragazza potrebbe riversare tutto l’amore sulla madre, specie se vissuta come abbandonata, e tutto l’odio verso la matrigna, sua attuale rivale d’amore nei confronti del padre. Ma come potrà in questo modo la figlia separarsi dalla madre e fare così il suo cammino di donna?

Tanti gli interrogativi e altrettante le risposte chiave contenute nel libro, spunti di riflessione che daranno vita a un’analisi e a un confronto sul ruolo della matrigna moderna, figura che insieme al patrigno – nolenti o volenti – risulta sempre più presente nelle famiglie di oggi e che andrà a ricoprire nei prossimi anni un ruolo e un posto strutturale nello sviluppo delle nuove generazioni.

Francesco P

© 2012 imieilibri.it

 


L'evento è pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...