«A.A.A. Cultura in Cartellone… “Un altro giro di giostra”»

L'approfondimento...

«A.A.A. Cultura in Cartellone...» “Un altro giro di giostra”

“Viaggiare era sempre stato per me un modo di vivere e ora avevo preso la malattia come un altro viaggio: un viaggio involontario, non previsto, per il quale non avevo carte geografiche, per il quale non mi ero in alcun modo preparato, ma che di tutti i viaggi fatti fino ad allora era il più impegnativo, il più intenso”

E' con questa frase da “Un altro giro di giostra” di Tiziano Terzani (vedi Tiziano Terzani Day - “Terzani e le cravatte”) che ci piace chiudere questo lungo weekend di “Cultura in Cartellone”, che ha portato con se una gaudente girandola di “Incontri in Lettura”, con bellissime proposte di Temi e Autori ai quattro angoli del nostro Bel Paese.

Da Genova (con i suoi “Babel” e “L'altra metà del Libro”) a Pescara (con il suo “Festival delle Letteratire dell'Adriatico” che, attraverso l'intervento di scrittori e personaggi della Cultura nazionale, propone un indagine su “Un grande Paese”, il nostro!) e ancora più giù fino a Taranto, città martoriata dall'annoso, grave e ancora irrisolto dualismo Lavoro/Salute, dove una “Pioggia di Libri” prova a portare un soffio di Poesia.

Poesia che emerge protagonista anche nella chiusura di “Scrittorincittà” a Cuneo, con le “Strade Nuove” proposte da Dacia Maraini e Les Nuages Ensemble, in uno spettacolo teatrale per raccontare percorsi diversi, dando fiato alle donne in un turbinio musicale tra oriente e occidente.

Tornando a Tiziano Terzani, la lettura delle sue “Parole contro la Guerra” (la cui ombra funesta terribilmente avanza in questi ultimi giorni) sarà uno degli eventi conclusivi del “Bookcity” di Milano, manifestazione che ha dato un grande segnale di come sia possibile portare la lettura fuori dalle sedi abituali e dentro la quotidianità, inserendo il libro nella dimensione della piazza e facendone un elemento di condivisione e costruzione di significati, in un processo che coinvolge la collettività.

“Facciamo più quello che è giusto, invece di quello che ci conviene. Educhiamo i figli ad essere onesti, non furbi”
(da “Lettere contro la guerra”

diceva il grandissimo autore e filosofo della Vita fiorentino.

Comunque, è bello sapere che, chiusa l'avventura di questo weekend, un'altra parte già con la prima edizione di “Bookup!”: una bellissima rete di iniziative disseminate in tutta Italia per parlare con lettori, editori, librai, addetti ai lavori, personaggi del mondo della cultura e ovviamente scrittori della “prima storia bella”, cioè dei libri d'esordio che più ci hanno emozionato. 

Ed è per salutare questa bella continuità e vivacità culturale che abbiamo scelto di salutarvi con le profonde parole del Maestro Franco Battiato, nel suo ultimo splendido singolo “Passacaglia”, di cui vi offriamo il video-omaggio.

“Ah, come ti inganni 
se pensi che gli anni 
non han da finire 
è breve il gioire .... 
I sani gli infermi 
i bravi, gli inermi 
è un sogno la vita 
che par si gradita...

Vorrei tornare indietro 
nella mia casa d'origine, 
dove vivevo prima di arrivare qui sulla Terra. 

Entrai, per caso, 
nella mia esistenza 
di antiche forme, 
di insegnamenti, 
e trasformazioni dell'Io.”

Una Serena Domenica a Tutti!!

la redazione de "imieilibri.it"



Franco Battiato - “Passacaglia”

 

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...