Bookcity Milano

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > EventiPrimoPiano > gruppi di letture/reading > happening > incontri letterari > incontro con autori > manifestazioni a tema > mostre tematiche > news mondo editoriale > scuole, corsi e laboratori
Questo evento si è tenuto dal 15 novembre 2012 al 18 novembre 2012 presso il Castello Sforzesco a altre località - vedi dettaglio eventi - di Milano (Milano) (tutta la giornata).
L'evento...

Bookcity Milano

“Questo è il momento in cui, qualunque sia il ruolo, un uomo deve fare quel che è giusto e non quel che gli conviene”
(Tiziano Terzani, da “La fine è il mio inizio”)

Un'intera città che si popola di libri, lettori, autori e storie: è l'identikit di “Bookcity Milano”, grande contenitore di eventi diffusi su tutto il territorio milanese, che dal 15 al 18 novembre si propone di portare la lettura fuori dalle sedi abituali e dentro la quotidianità, inserendo il libro nella dimensione della piazza e facendone un elemento di condivisione e costruzione di significati, in un processo che coinvolge la collettività.

Cuore della manifestazione sarà il Castello Sforzesco, dove giovedì 15 novembre (ore 20:30) si terrà l'inaugurazione ufficiale con il reading collettivo “Milano da leggere”, cui parteciperà Umberto Eco

Ma sono tantissimi i luoghi metropolitani che hanno aderito alla nuova rassegna, organizzando ulteriori eventi e “Incontri d'Autore”.

Già la stessa giornata di giovedì vedrà svolgersi anche un'altra “anteprima” di grande interesse: in occasione della pubblicazione del suo nuovo libro, “Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico”, Luis Sepúlveda dialogherà di questa storia d'amicizia con Bruno Arpaia, alle 18.00 presso La Triennale di Milano.

E, in contemporanea sul tema dell’accesso all’informazione e alla cultura come “diritto di tutti”, presso la Biblioteca Valvassori Peroni, dove la 0111 edizioni presenta al pubblico collane a grandi caratteri destinate a lettori appassionati ma speciali, ipovedenti e dislessici, perché leggere sia davvero un piacere per tutti.

Tornando alla location principale: cortili, sale e i luoghi più segreti del Castello – anche quelli in genere accessibili solo su prenotazione – saranno visitabili liberamente e diventeranno teatro di allestimenti scenici ed eventi speciali, come “La città degli uomini libro”, un reading collettivo ispirato a “Farenheit 451” che venerdì 16 animerà i cortili del Castello (dalle 18:30 alle 21:30).

O come la lettura scenica “Segretamente Prospero”, che sabato 17 (ore 18:30- 21:30) lungo la suggestiva strada della Ghirlanda mescola magia, danze e suoni intorno a “La Tempesta” di Shakespeare e “Prospero's Book” di Greenaway.

Ma la programmazione non si esaurisce negli spazi del Castello Sforzesco.

Librerie, biblioteche, associazioni, scuole, teatri e istituti culturali creano una rete di dialogo, discussione e sperimentazione che offrirà occasioni di confronto fra tutti i rappresentanti della filiera editoriale.

E gli “eventi fuori luogo” porteranno i libri negli ambienti urbani, favorendo l'incontro con lettori non abituali: si pensi alle letture sceniche in storiche pasticcerie milanesi, dove la città sarà raccontata attraverso i testi di alcuni grandi intellettuali e scrittori milanesi d'adozione; o alle letture in metropolitana, scenario delle inquietudini di Raymond Queneau, Bruce Chatwin, Italo Calvino e Julio Cortázar, oltre che delle interpretazioni di testi di James Joyce, William Blake, Martin Winckler, Joseph Beuys e Michel Foucault riproposti da Alessandro Bergonzoni.

E poi la visita degli autori ai detenuti del carcere di San Vittore (con uno spirito simile alla bella e recente iniziativa svolta a Ferrara: “Nuovi libri dietro le sbarre”): venerdì 16 c'è Ascanio Celestini (ore 14); mentre sabato 17 (ore 14) tocca a Romano Montroni con “I libri ti cambiano la vita” (l'autore sarà a Bookcity Milano anche nelle serate di venerdì, sabato e domenica – ore 19 – presso la sede GeMS); e domenica alle 10 è il momento di Mauro Corona

Ma sono tanti i temi trattati dalla kermesse culturale, a cominciare dall'analisi del settore editoriale, in cui Milano ha sempre avuto storicamente un ruolo fondamentale (al proposito vi ricordiamo il bel “ritratto” sui primi anni '50 dell’editoria milanese, raccontato da Valentina Fortichiari nel suo approfondimento su Guido Morselli), con gli interrogativi sempre aperti sul futuro del libro in seguito all'avvento del digitale.
Per continuare poi con la sperimentazione linguistica, la storia e le atmosfere di Milano, l'Italia e la sua identità nazionale, il lavoro e la famiglia, gli incroci fra scienza e spiritualità, il dialogo fra le arti

Non mancheranno inoltre gli omaggi a grandi classici e l'incontro con alcuni fra i massimi autori contemporanei, fra i quali, oltre al già citato Luís Sepulveda: David Grossman e Aldo Busi entrambi al Bookcity sabato 17 (rispettivamente al Teatro Elfo Puccini e al Teatro dell'Arte della Triennale, ore 17).

Per i bambini, al Castello Sforzesco c'è la mostra “Da Pinocchio a Harry Potter. 150 anni di illustrazione italiana dall'archivio Salani. 1862-2012”, e poi tanti corsi, letture e laboratori, fra cui segnaliamo venerdì 16 “The Canterville Ghost”, lettura in inglese alla biblioteca Harar (ore 17, per bambini dai 6 ai 10 anni); sabato 17 “Pagine a sorpresa”, laboratorio di creazione e decorazione di libri pop-up (ore 15 e 16:30, Sforzinda; per bambini dai 6 ai 9 anni); e domenica 18 il laboratorio “Costruiamo un libro” (ore 10:15 Sforzinda, 4-11 anni) e il corso rapido di fumetto (ore 17, Libreria dei ragazzi; dai 7 anni in su).

Ancora, il piacere della lettura si fa acrobatico con “Libri al circo. Letture sui trapezi”, spettacolo circense per bambini dai 4 ai 10 anni (Associazione QuattroX4, venerdì 16 ore 9 e sabato 17 ore 15). 

Per altri eventi di interesse diamo un rapido sguardo al day-by-day della manifestazione.

Nell'ambito del ciclo di incontri dedicati a “I mestieri del libro”, al Castello Sforzesco venerdì 16 novembre si parla di come viene scelto di pubblicare un titolo piuttosto che un altro, di come si progetta la veste grafica e di che cosa significa tutelare la bibliodiversità (Sala Panoramica, ore 11:30, 14:30 e 16.00; altri appuntamenti del ciclo nelle giornate di sabato e domenica).

In Sala Weil Weiss, alle 17 arrivano invece i poeti di Alfabeta2, presentati da Andrea Cortellessa.

Alla stessa ora, spostandosi al Museo di Storia Naturale, Piero Bianucci traccia una “Storia sentimentale dell'astronomia”, parlando del Big Bang fra particelle e stelle; mentre al Museo del Risorgimento c'è la tavola rotonda sul tema “Identità di carta. Libri, giornali, documenti e oggetti quotidiani nella costruzione di una coscienza individuale e collettiva”, e a seguire l'inaugurazione della mostra “La carta unisce gli italiani”, sull'importanza della circolazione della carta stampata nella diffusione degli ideali nazionali.

Proseguendo nel pomeriggio, alla Biblioteca Parco Sempione (ore 18) si parla del libro ai tempi della rete, fra social reading e scrittura digitale.

Alle 18:30 si può scegliere fra l'incontro dedicato a Enrico Mattei presso la Fondazione Rizzoli Corriere della Sera (su Mattei consigliamo la lettura del nostro precedente post “Il cane a sei zampe”); e uno sguardo sulla Parigi letta attraverso le pagine di Georges Simenon (dell'autore potete leggere il commento su “L'uomo che guardava passare i treni”), al Teatro Litta.

Si gioca con i dubbi della lingua italiana sabato 17, quando Valeria Della Valle e Giuseppe Patota lanceranno il “Totolingua”, un divertente modo per correggere gli errori linguistici (ore 11, Sala Weil Weiss del Castello Sforzesco).

Nella stessa giornata, Fabio Severino (che il 29 novembre sarà a Roma per “i giovedì di Santa Marta”), Sebastiano Caccialanza e Giovanni Peresson discutono delle più avanzate strategie di marketing librario.

Chi ama i classici potrà poi attraversare le strade di Londra guidato dalle parole di Virginia Woolf (ore 17, Teatro Litta), ascoltare le letture sceniche tratte da “I duellanti” di Joseph Conrad (ore 18:30 e 19:15, Sala delle Armi al Castello Sforzesco), oppure scoprire le figure femminili presenti negli scritti di Rilke (ore 20:30, Associazione culturale Apriti cielo!).

Nell'ultima giornata di Bookcitydomenica 18 novembre – alle 11 si discute di libertà d'espressione con Salman Rushdie (Teatro Franco Parenti), di sentimenti con Massimo Gramellini e il suo “Fai bei sogni” (Teatro Carcano), fresco vincitore del Premio Elsa Morante per la narrativa, di “giochi di parole” con Stefano Bartezzaghi, presso la Sala della Balla al Castello Sforzesco (dell'autore potete leggere la precedente presentazione del libro “Scrittori giocatori”).

Nel pomeriggio, al Castello Sforzesco occhi puntati sul fenomeno Tolkien, fra cinema e letteratura (ore 15, Sala Weil Weiss)
Spazio anche al nuovo giornalismo latinoamericano (ore 16, Sala Panoramica).

Infine, alle 21 al Teatro Elfo Puccini risuonano le “Lettere contro la guerra” di Tiziano Terzani (sull'amatissimo autore fiorentino, potete leggere il precedente approfondimento “Terzani e le cravatte”).

“Facciamo più quello che è giusto, invece di quello che ci conviene. Educhiamo i figli ad essere onesti, non furbi”
(Tiziano Terzani, da “Lettere contro la guerra”)

Francesca M

© 2012 imieilibri.it


Il pdf con il programma completo è scaricabile qui.

Potete trovare la “mappa” dei luoghi coinvolti qui.

Bookcity Milano è un evento promosso dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, insieme a Fondazione Rizzoli Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Scuola per librai Umberto ed Elisabetta Mauri, Camera di Commercio e AIE.

 


L'evento è pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...