“Liberi sulla Carta” – Fiera dell’editoria indipendente

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > concorsi e premi letterari > gruppi di letture/reading > happening > incontri letterari > incontro con autori > manifestazioni a tema > mostre tematiche
Questo evento si è tenuto dal 21 settembre 2012 al 23 settembre 2012 presso il Borgo di Farfa, Comune di Fara Sabina (Rieti), alle (vedi dettaglio eventi).
L'evento...

“Liberi sulla Carta”

Fiera dell'editoria indipendente

Dal 21 al 23 settembre il borgo medievale di Farfa, nel Comune di Fara Sabina (provincia di Rieti), diventa teatro dell'editoria indipendente con la IV edizione di “Liberi sulla carta”, fiera del libro che  propone incontri con autori affermati ed altri esordienti, reading, spettacoli di qualità e una grande attenzione alla scrittura, con laboratori e premi letterari.

Sullo sfondo di un centro storico antico e ricco di suggestioni – con l'Abbazia Benedettina che ne rappresenta il cuore –, si parlerà di temi d'attualità, dal precariato giovanile allo stato d'abbandono di alcune realtà del Sud; di storia, e soprattutto di letteratura, attraversando i generi della poesia, del romanzo, del reportage letterario e dell'autobiografia, con toni che mescolano ironia e indignazione.

I misteri del giallo impregnano di sé il laboratorio di scrittura creativa tenuto da Andrea Di Gregorio (iscrizioni aperte fino al 21 settembre presso l'infopoint della fiera o scrivendo a scritturacreativa@liberisullacarta.it), e la mostra fotografica Gatti neri, gatti gialli”, che raccoglie dodici scatti nei quali Francesco Galli ritrae alcuni dei più noti giallisti e scrittori noir della scena italiana, fra i quali Massimo Carlotto, Andrea Camilleri, Gianrico Carofiglio e Francesco Guccini (inaugurazione venerdì 21 settembre ore 15:30, presso la Sala Polivante. Visitabile per tutta la durata della manifestazione).

Ma ci sarà spazio anche per il fumetto, con l'illustratore Zerocalcare; il cinema e il teatro di denuncia, con l'attesa presenza di Francesco Pannofino e Ascanio Celestini.

Scorrendo il programma delle varie giornate, venerdì 21 settembre, in Sala Polivalente, arrivano Donatella Mancini, che alle 16:30 presenta l'esordio letterario “Specialmente io”, una sorta di diario realizzato con il progetto grafico dell'illustratrice Lucia Ricciardi; e – alle 17:30 – Marco Montello con l'impietoso e lucidissimo La rabbia”, romanzo selezionato al Premio Strega 2012 e incentrato sulle figure di un padre e un figlio legati da un destino di solitudine.  

Ancora in Sala Polivalente, alle 18:30 prende la parola il fumettista e illustratore Zerocalcare, autore di un seguitissimo blog da cui è nato il libro La profezia dell'armadillo”; mentre alle 21:30 è il momento della cerimonia di consegna del Premio “Arthè”, giunto alla V edizione e aperto a racconti di ogni genere ispirati quest'anno al tema “Passo”: a contendersi il titolo – davanti a una giuria di giornalisti, scrittori e addetti ai lavori – saranno Paolo Costantini, Michele Minà e Valerio Quercia.

Ma si passa prima dallo stand enogastronomico di Liberi sulla carta” – alle 19:30 – per evocare in compagnia di Alberto Amici le antiche tradizioni del luogo, ricordando i tempi in cui le carte e il gioco del tressette sostituivano la televisione e rappresentavano un momento di aggregazione comunitaria.

Orgoglio e disperazione, senso d'impotenza e voglia di lottare impastano sabato 22 settembre (ore 16:30, Sala Polivalente) MalNati”, reportage letterario nelle cui pagine Angela Bubba racconta la Calabria, fra 'ndrangheta, Stato assente e morti bianche; mentre alle 17:30 la parola passa al poeta Gëzim Hajdari – già vincitore di diversi premi letterari e presidente del Centro internazionale Eugenio Montale” –, che nella raccolta Nûr attige al corpus dell'epica popolare albanese.

Gli altri incontri del pomeriggio, in Sala Polivalente, sono dedicati al mestiere dello scrittore, osservato da prospettive diverse: un ingenuo esordiente, uno scrittore affermato e un maestro sul viale del tramonto, tutti e tre in gara per il premio letterario più ambito del paese, sono i protagonisti del romanzo I pappagalli”, di cui si parlerà nell'incontro con l'autore Filippo Bologna, in programma alle 18:30; a metà fra il manuale e il racconto pieno di aneddoti sulla vita in casa editrice – sempre con una buona dose di tagliente ironia – si muove invece il libro di Cristiano Armati Cose che gli aspiranti scrittori farebbero meglio a non fare ma che invece fanno”, presentato alle 19:30.

In serata, si alternano sul Palco Esterno, Fabrizio Gabrielli con le sue Sforbiciate. Storie di pallone ma anche no” (ore 20:30); e poi l'attore Francesco Pannofino e Johnny Palomba, che dalle 21:30 animeranno le critiche cinematografiche in slang romano dello spettacolo "Recinzioni" e i reading d'autore.

Nella giornata conclusiva di Liberi sulla carta” - domenica 23 settembre – si alternano storia, sentimenti e poesia negli incontri in programma nella mattinata, all'interno della Sala Polivalente: alle 11 Arturo Bascetta e Sabato Cuttrera tracciano una mappa del Regno di Napoli nel 1400 attraverso le gesta del condottiero Attendolo Sforza; e alle 12 Elena Buia Rutt fa scoprire il lato poetico delle cose più semplici nella raccolta di versi Ti stringo la mano mentre dormi”.

I lettori del Circolo Pickwick si riuniscono poi alle 15:30 (in Sala Pickwick) per discutere del libro di Antonio Tabucchi Sostiene Pereira.

Dopo lo scambio dei pareri di lettura, in Sala Polivalente ci sarà ancora spazio per incontri con gli autori, a cominciare da Luca Palumbo, che alle 16:30 sulle pagine di Un maledetto freddo cane” racconta storie di solidarietà calate nell'universo dei senza fissa dimora e di chi vive ai margini della società.

Alle 17:30 si prosegue con Fabio Genovesi e il suo Morte dei Marmi”, ritratto dissacrante e irriverente delle mete tradizionali del turismo osservate quando i turisti vanno via.

Alle 18:30 arriva, invece, La ballata dei precari” di Silvia Lombardo, una “Guida di sopravvivenza per 30enni” accompagnata per l'occasione dalla proiezione di un episodio tratto dal cortometraggio omonimo (che vede, fra gli altri, la partecipazione di Geppi Cucciari).

Per i bambini e non solo per loro, alle 19:30 (sempre in Sala Polivalente) nel reading musicale L'orecchio verde di Gianni Rodari” Stefano Panzarasa fa scatenare la creatività e la forza immaginifica della scrittura di uno dei più grandi autori per l'infanzia, mettendo l'accento sul potere della fantasia e su tematiche ecologiche e pacifiste care allo scrittore (per chi volesse esplorare l'universo della produzione di Gianni Rodari consigliamo la lettura del precedente “approfondimento” “Fantastici errori e insalate di favole”).

La chiusura del festival – ore 21, sul Palco Esterno – è all'insegna dell'Incrocio di sguardi” di Ascanio Celestini e Alessio Lega, che offrono al pubblico una Conversazione su matti, precari, anarchici e altre pecore nere”, condotta attraverso una poetica del quotidiano che dà voce a chi non può raccontarsi e denuncia con una satira mai allineata i guasti del sistema.

Francesca M

© 2012 imieilibri.it


Nelle giornate del festival sarà presente un infopoint di “Tropico del libro”, dove si potranno trovare informazioni sul mondo dell'editoria, delle riviste letterarie e di tutto ciò che ruota intorno all'universo libro.

Liberi sulla carta” è un evento organizzato da “Arthè”, “Live”, Comune di Fara Sabina e Regione Lazio.

Il programma completo della manifestazione è scaricabile qui (in formato pdf)

 

 


L'evento è pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...