Festival della Letteratura Mediterranea

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > gruppi di letture/reading > happening > incontri letterari > incontro con autori > manifestazioni a tema > scuole, corsi e laboratori
Questo evento si è tenuto dal 19 settembre 2012 al 23 settembre 2012 presso località varie di Lucera (Foggia), alle (vedi dettaglio eventi).
L'evento...

Festival della Letteratura Mediterranea

“Lucera non è uno di quei posti dove ti capita di passare. Non ci si arriva andando da qualche parte. A Lucera vai. O ci vai apposta, o niente; altrimenti si sta a casa”
(Roberto Alajmo)

La scrittura che apre orizzonti di dialogo interculturale e definisce l'identità dei singoli, fra legame e affrancamento dalle proprie radici, segna la X edizione del “Festival della Letteratura Mediterranea”, che animerà piazze e corti del centro storico di Lucera – in provincia di Foggia, nel cuore del Tavoliere delle Puglie – dal 19 al 23 settembre.

Non solo mare, ma bacino simbolico di una cultura fondata sul contatto fra i popoli in una dimensione di integrazione e accoglienza, il Mediterraneo definisce le coordinate di un viaggio al centro di se stessi e dell'altro, un luogo-non luogo da navigare attraverso la bussola della scrittura e delle parole, che quest'edizione del festival vede come espressione massima della libertà.

Intellettuali e scrittori sono dunque chiamati a riflettere sul proprio ruolo e su quello della letteratura, sempre più inserita nella dimensione social del web e spesso ibridata con la cronaca. Il punto di partenza e, al contempo, la meta ideale del viaggio è ridare dignità alle parole e recuperarne il potere, contro l'appiattimento dei luoghi comuni e l'uso scipito che della lingua si fa nel quotidiano.

Mercoledì 19 settembre, dopo la cerimonia di apertura del festival con il saluto delle autorità, alle 19:30 al cortile del Palazzo vescovile arriva Antonio Pascale, che discuterà della “Manutenzione della cultura” e delle decisioni da prendere per salvaguardarla.

Appuntamento con gli alunni della scuola primaria giovedì 20, quando all'Istituto “Bozzini-Fasani” (ore 9:30) Antonio Ferrara incontra le classi per presentare il libro “Pane arabo e parole”, delicata e ironica metafora dell'accoglienza raccontata con forme e linguaggio adatti ai bambini. 

A seguire (ore 11), lo stesso autore parteciperà al laboratorio di scrittura creativa “Pane, albero e parole”, ideato e condotto da Gerardo Di Feo per far sperimentare ai bambini l'uso delle parole come canale di contatto interculturale.

In serata (ore 19), da piazza Lecce, Filippo La Porta – a colloquio con Davide Orecchio – lancia un appello: “Meno letteratura, per favore! Parole senza finzione”, per contrastare il rischio dello sconfinamento della cronaca nella narrativa, evidente dal proliferare di giornalisti che raccontano la realtà attraverso strumenti che sarebbero propri degli scrittori, con tutto ciò che di negativo ne consegue.

Alle 21:30, in piazzetta Ar, chiusura con le donne danzatrici e “maghe” protagoniste della performance di danza di strada “Masciare”.

Venerdì 21 – a partire dalle ore 9 – si ripete all'Istituto “E. Tommasone” l'appuntamento con Antonio Ferrara e il laboratorio di scrittura creativa “Pane, albero e parole”, che si concluderà poi alle 12 in piazza Matteotti, con l'allestimento da parte dei bambini di un grande “Albero delle parole”.

Delle potenzialità della rete nel liberare la scrittura discuterà alle 19, in piazza Oberdan, Antonio Menna, autore del libro “Se Steve Jobs fosse nato a Napoli”, un piccolo caso letterario partito nel 2011 da un fortunato articolo sul proprio blog personale, in cui Menna provava a immaginare le sorti di due giovani e brillanti informatici dei Quartieri Spagnoli, alle prese con un'idea geniale da brevettare.
L'autore sarà a Lucera anche sabato 22, per incontrare gli studenti alle 10:30 presso l'Aula Magna dell'Istituto “Marrone”.

L'ultimo appuntamento di venerdì è per le 21:30 in piazza Santa Caterina, con il reading-spettacolo di Vittorio De Girolamo “Le ragioni del viaggio”, che ripercorrerà il Mediterraneo e i dieci anni del festival attraverso le declinazioni della sperimentazione, della ricerca e del desiderio.

I limiti della traduzione, divisa tra fedeltà al testo e suo “tradimento”, sabato 22 settembre saranno al centro del beffardo romanzo “La vendetta del traduttore”, del francese Brice Matthieussent (piazza Tribunali, ore 19); mentre alle 21:30, in piazzetta Del Vecchio, la compagnia “Teatrodilina” mette in scena una metafora della condizione esistenziale dell'uomo e un'esplorazione dei sentimenti nello spettacolo “L'amore, il vento e la fine del mondo”, ispirato alle parole bibliche del Qoèlet, del Cantico dei Cantici e dell'Apocalisse.

Nell'ultima giornata del festival – domenica 23 settembre –, alle 11 (cortile di Palazzo De Nicastri) lo scrittore israeliano Meir Shalev riflette sulla capacità del linguaggio di definire l'identità dell'individuo e l'appartenenza a una comunità, fino a disegnare una sorta di “topografia di famiglia”.

Dalle 19 ci si sposta invece in Largo Granata per due appuntamenti dedicati alla poesia, in compagnia della poetessa siriana Maram al-Masri, i cui versi prenderanno poi vita alle 21 nella suggestiva performance “Per sola patria i fogli e le parole”, con la voce e il violino di HER a ripercorrere i destini della principessa andalusa Wallada e delle altre donne protagoniste della poesia dell'autrice.

Francesca M

© 2012 imieilibri.it


Il “Festival della letteratura mediterranea” è un evento organizzato dall'associazione “Mediterraneo è cultura”.

Il calendario potrebbe subire variazioni. Per restare aggiornati visitate il sito ufficiale e la pagina facebook dedicata

In caso di maltempo, gli eventi si terranno negli spazi della “Galleria Manfredi”.

 

 


Evento organizzato da Associazione "Mediterraneo è cultura" e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...