“Pordenonelegge” – XII edizione

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > concorsi e premi letterari > happening > incontri letterari > incontro con autori > manifestazioni a tema > scuole, corsi e laboratori
Questo evento si è tenuto dal 19 settembre 2012 al 23 settembre 2012 presso località varie - vedi dettaglio eventi - di Pordenone (Pordenone), alle (vedi dettaglio eventi).
L'evento...

“Pordenonelegge”

XII edizione

Edizione numero dodici per “Pordenonelegge”, festa del libro con gli autori ormai impostasi come uno degli appuntamenti più attesi dall'Italia che ama i libri e lo scambio di idee: dal 19 al 23 settembre la città friulana ospiterà come da tradizione big della letteratura italiana e straniera, esordienti di talento e numerose personalità del mondo della cultura. 

Sentimenti, memoria, crisi e precarietà sono le parole chiave di quest'edizione del festival, che legge le difficoltà del presente e cerca di trovarne un senso recuperando una dimensione umana a tutto tondo, ancorata agli affetti e al privato, mentre l'orizzonte storico sembra restringersi e farsi buio.

A lavorare su nuove narrazioni del sé e della realtà che ci circonda ci penseranno la grande letteratura, con la presenza di scrittori di peso e le serate dedicate al Premio Campiello; la poesia, con i reading serali e i dibattiti dedicati all'eredità dei grandi poeti e alle difficoltà nella diffusione del genere; e la “mappa dei sentimenti”, tracciata da otto grandi gialli giallisti italiani chiamati a sondare i lati nascosti dell'anima umana raccontando la speranza, l'odio, l'inquietudine, l'invidia, la gelosia, l'amore, la felicità e l'amicizia.

Non si dimentichi poi lo spazio riservato alle scritture emergenti con il progetto “Roland” che quest'anno vede impegnati lo scrittore Giorgio Vasta e l'editor Marco Peano nella selezione di sei autori inediti scovati nei migliori bacini di scrittura italiani, fra i quali proprio “Pordenonescrive”: lo scouting si unirà alla riflessione su editoria e scrittura creando un'arena aperta che sabato 22 e domenica 23 settembre (Ridotto del Teatro Verdi, ore 10:30) aprirà il dialogo fra gli aspiranti esordienti e addetti ai lavori sulle motivazioni che portano alla scelta di pubblicare un libro.

E sempre intorno all'universo cangiante della parola scritta orbitano gli originali “ring” letterari di “Fight reading” (sabato 22 settembre Loggia del Municipio, ore 17) e “Fight writing” (domenica 23 Piazza Cavour, ore 17) che porteranno davanti al pubblico alcuni scrittori impegnati – rispettivamente – a leggere brani scritti apposta per il “match” o ad animare un “reality writing”, scrivendo dal vivo un racconto sotto gli occhi dei presenti.

Oltre che attraverso le costruzioni della narrativa e della letteratura, la realtà verrà letta anche sotto la lente della non fiction, con una serie di riflessioni che toccheranno punti caldi quali la storia d'Italia; la crisi economica, con possibili vie d'uscita all'incrocio fra artigianato e innovazione tecnologica; il declino dei modelli occidentali e l'emergere di nuove potenze (vedi la Cina); l'evoluzione delle mafie nell'era della globalizzazione.

Scienza e filosofia tracceranno poi un ritratto dell'uomo contemporaneo fra normalità e follia, desideri, passioni e paranoia (che va proponendosi come una delle malattie dell'epoca).

Tante anche le voci degli autori stranieri, con un'attenzione particolare alla letteratura della Serbia – terra di incontro e scontro fra popoli –, ma anche a quella russa, svedese, anglosassone e a quella slovena, in un gemellaggio che a Pordenone dura da anni.

Laboratori didattici e ludici sul piacere del leggere e la scoperta del mondo scandiscono il programma delle iniziative dedicate ai più giovani, fra le quali si segnalano le “Letture studantesche”, una speciale maratona di letture della “Divina Commedia” che coinvolgerà gli studenti del liceo “Leopardi-Majorana” (da mercoledì 19 a venerdì 21 presso il chiostro della biblioteca civica – o nella sala incontri, in caso di pioggia –, ore 9), per poi concludersi venerdì 21 nell'incontro “Terzine scatenate”, dedicato alla riflessione sulle particolarità linguistiche del capolavoro dantesco, sotto la guida di Francesco Bruni (chiostro della biblioteca civica – o sala incontri, in caso di pioggia –, ore 15).

Fra le altre iniziative non si può dimenticare il premio FriulAdria “La storia in un romanzo”, nato dalla collaborazione con il festival “èStoria” e quest'anno assegnato allo scrittore Ian McEwan, nel corso di una cerimonia che si terrà sabato 22 alle ore 18 presso il Teatro Verdi.

E poi il concorso “Il mio libro del cuore”, che dà la parola ai lettori, chiamati a votare il libro preferito: fra chi ha inviato le proprie preferenze, verranno scelti tre vincitori, premiati domenica 23 settembre (Palazzo Montereale Mantica, ore 11) nel corso di un incontro cui prenderà parte in collegamento anche Massimo Gramellini, risultato come l'autore più votato con il romanzo “Fai bei sogni”.

Diamo ora un rapido sguardo ad alcuni degli eventi distribuiti nelle varie giornate del festival.

Mercoledì 19 settembre si parte con il laboratorio “In fondo al mar” (Museo civico di Storia naturale, ore 9) che fa conoscere ai bambini i segreti e le caratteristiche dei fondali marini, unendo scienza, didattica e gioco.

Si confrontano con il mondo scientifico anche gli adulti, con Sveva Avveduto e Nico Pitrelli che al Convento di San Francesco (ore 11) discutono di come cambia il modo fare scienza e di comunicarne i risultati nell'epoca della rete e dei social network; mentre alla stessa ora a Palazzo Montereale Mantica si ripercorre la poetica di Leopardi focalizzandosi sulla rappresentazione di animali reali o simbolici nelle sue pagine, grazie all'intervento di Antonio Prete (sul percorso dello studioso leggi il nostro precedente reportage “Pensiero poetante e figure della lontananza”).

L'inaugurazione ufficiale di “Pordenonelegge” si terrà però alle 18:30 presso il Teatro Verdi, con Niccolò Ammaniti ospite d'onore, intervistato da Marco Missiroli.

In serata arrivano poi Federico Varese, che parlerà di “Mafie in movimento” ed evoluzione del crimine nell'era globalizzata (Palaprovincia Largo San Giorgio, ore 20:30); e Carmine Abate, vincitore dell'ultima edizione del premio Campiello con “La collina del vento”, una saga familiare che attraversa la storia italiana del '900 (Convento di San Francesco, ore 21).

Giovedì 20 al Convento di San Francesco (ore 10) ancora un incontro dedicato al premio Campiello, con i cinque finalisti della categoria giovani e Marco Missiroli, nella cinquina dei “big” con il romanzo “Il senso dell'elefante”.

Si prosegue alle 10:30 (Ridotto del Teatro Verdi) con uno sguardo alla Cina contemporanea, osservata e raccontata attraverso il web da Ivan Franceschini e Consuelo Cannas; mentre nel pomeriggio si esplora il sottile confine fra normalità e follia sulle tracce del lavoro di Franco Basaglia (Convento di San Francesco, ore 16), per poi avviare – insieme a Pierluigi Di Piazza e Gianfranco Bettin – un dialogo sulla crisi economica e non solo che stiamo attraversando (Palazzo della Provincia, ore 18:30).

La sperimentazione del “Poetry Comics”, che fa incontrare poeti e fumettisti, rivela le sue potenzialità creative venerdì 21 settembre nell'appuntamento con Daniele Barbieri, Claudio Calia, Davide Toffolo e Lello Voce (Ridotto del Teatro Verdi, ore 16), mentre si cambia registro alle 17 (Convento di San Francesco) con la lectio magistralis del filosofo Tzvetan Todorov, dedicata a “I nemici intimi della democrazia”

Il binomio fiction letteraria/attualità prosegue ancora con Duccio Demetrio, che riflette sul “Perché amiamo scrivere” (Palazzo della Provincia, ore 17:30); e Corrado Augias, impegnato a far luce su “I segreti d'Italia” (Teatro Verdi, ore 18).

In serata – alle 21 – si può scegliere invece fra la satira tagliante di Dario Vergassola, con il suo “Panta Rai. La notizia scorre” (Teatro Verdi); e il tavolo di discussioni sulle nuove professioni aperte dal digitale, con gli interventi di Ivana Pais, Tiziano Treu e Luca De Biase (Sala Convegni Unione Industriali Pordenone).
 
Mattinata “poetica” sabato 22 settembre, con Roberto Galaverni e Alberto Bertoni, che cercano di combattere l'oblio in cui rischia di cadere il genere chiedendosi “A chi raccontare cosa sta succedendo nella poesia italiana?” (Auditorium Istituto Vendramini, ore 10:30); e con il workshop “Tradurre poesia”, che vedrà al lavoro – sotto la guida di Michele Obit – poeti sloveni e italiani (sala convegni Palazzo della Camera di commercio, ore 11).

Alle 11:30, a Palazzo Gregoris Maria Rita Leto apre “Una finestra sull'Europa”, nella lectio magistralis dedicata al dialogo della Serbia con la tradizione letteraria europea; e nel chiostro della biblioteca civica (o all'Auditorium della Regione, in caso di pioggia) Marc Augé – reduce da “Festivalfilosofia” - parla di “Futuro”.

La paranoia “allargata”, che da patologia del singolo diventa malattia delle masse, fino a determinare il corso degli eventi storici, sarà oggetto dell'intervento di Luigi Zoja (Ridotto del Teatro Verdi, ore 17; sull'autore e la sua opera, potete leggere un precedente post su “imieilibri.it”: http://www.imieilibri.it/?p=8464); mentre alle 19 (Auditorium Istituto Vendramini) si illuminerà “L'alba dell'e-book” – nel passaggio dalla carta al digitale –, con Alessandro Marzo Magno, Luca Sofri e Francesco Anzelmo

In serata, Filippo Timi rende omaggio a Carmelo Bene – a dieci anni dalla scomparsa – leggendo alcune poesie contenute nel poema “'l mal de' fiori” (Convento di San Francesco, ore 22).

L'ultima giornata di “Pordenonelegge”domenica 23 settembre – si muove fra passioni e misteri, con Domenico Starnone e Cristian Raimo, che parlano di “Amore e sentimenti” (Palaprovincia Largo San Giorgio, ore 15); e con il giallo svedese di Camilla Läckberg, che presenta “L'uccello del malaugurio” (Auditorium Istituto Vendramini, ore 15:30).

Alle 16 (Osteria La Ferrata) si prosegue sorseggiando un aperitivo d'autore con Mirella Serri e i suoi intellettuali “Sorvegliati speciali”, mentre alle 17 (Palazzo Montereale Mantica) arriva la scrittrice britannica Annalena McAfee, che nel libro “L'esclusiva” traccia un impietoso quadro del mondo dell'informazione anglosassone e del mercato delle news.

Segnaliamo, infine, la presenza di due finalisti all'ultimo premio Strega: Gianrico Carofiglio con “Il silenzio dell'onda”, che incontrerà i lettori alle 18:30 presso il Teatro Verdi; ed Emanuele Trevi che sarà a Pordenone con “Qualcosa di scritto”, alle 19:30 presso l'Auditorium Istituto Vendramini.

Francesca M

© 2012 imieilibri.it


“Pordenone legge” è un evento promosso dalla Camera di Commercio di Pordenone e realizzato con il sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Pordenone, Comune di Pordenone, Fondazione CRUP, Pordenone FiereBanca Popolare FriulAdria e Cinemazero.

Il programma potrebbe subire variazioni. Per restare aggiornati visitate il sito ufficiale (in particolare, la pagina dedicata alle modifiche).

La guida in pdf con il calendario completo dell'edizione 2012 è consultabile nella sezione “Programma” del sito.

Gli eventi del festival sono a ingresso gratuito, salvo quelli per i quali è richiesta la prenotazione.

 

 


Evento organizzato da Camera di Commercio di Pordenone e realizzato con il sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Pordenone, Comune di Pordenone, Fondazione CRUP, Pordenone Fiere, Banca Popolare FriulAdria e Cinemazero e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...