Vino e Venere di Gabriele Peritore

Il commento...
è uscito da poco in libreria un romanzo sul mondo del vino “Vino e Venere” di Gabriele Peritore. è evidente e dichiarato il tentativo dell’autore di analizzare il vino non come semplice bevanda alcolica ma come elemento storico, emozionale e, anche, lavorativo. I diplomi da sommelier ed in enologia forniscono buone possibilità di inserimento nel mondo del lavoro, infatti. è uno dei pochi settori, quello enologico, in espansione in un Paese dove tutto ristagna e toglie speranze ai giovani. Ma le componenti analizzate, in maniera molto scorrevole, ed anche esse importanti, sono quella storica, affidata ad un personaggio, docente/enologo, che elargisce nozioni di vino e di vita, che a volte si assomigliano tantissimo, a piene mani; e la componente emozionale in un continuo parallelo tra personalità dei vari nettari ottenuti dai differenti vitigni e  la personalità delle donne che il protagonista incontrerà durante il suo percorso di conoscenza. Il rapporto con il vino e con le donne è vissuto in maniera intensa, fisica, ebbra. Quando c’è il vino di mezzo tutto può succedere, tra amore, passione, sesso. Ma anche se il protagonista, nella sua debolezza, che ricorda certi personaggi di Richler, tenderà a vestire i panni del seduttore incallito non dimenticherà mai di celebrare la bellezza delle donne, una bellezza fatta di complessità interiore prima che esteriore. Proprio come quella del vino. Quello che ne esce fuori è un romanzo, avvincente, veloce, divertente e soprattutto che riesce ad arricchire di nozioni sul vino senza scadere nel didascalico.

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...