“il libro possibile” – XI edizione

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > gruppi di letture/reading > happening > incontri letterari > incontro con autori > manifestazioni a tema
Questo evento si è tenuto dal 11 luglio 2012 al 14 luglio 2012 presso località varie (vedi dettagli) di Polignano a Mare (Bari), alle (vedi dettaglio eventi).
L'evento...

“il libro possibile”

XI edizione

“Il libro possibile è come una magia sottile e invisibile...”
(fonte: http://www.libropossibile.com/il-festival.html)

Undicesima edizione per “il libro possibile” di Polignano a Mare (Bari), tradizionale appuntamento dell'estate pugliese che torna anche quest'anno, dall'11 al 14 luglio, con i suoi salotti cultural-letterari animati da scrittori, giornalisti, politici e volti noti della tv, tutti alle prese con la sfida di raccontarsi e di raccontare la realtà usando carta e penna.

Da piazza dell'Orologio a piazza San Benedetto, da vico Porto Raguseo a piazza Carime, fino alla balconata Santo Stefano: cinque le location del centro storico che accoglieranno questo variegato intreccio di voci modellato lungo il crinale dell'ottimismo, un ottimismo non accomodante e indulgente, ma problematico e propositivo, che faccia da stimolo alla costruzione di un futuro concreto, germogliato dalla critica del presente.

La fiducia nella positività del domani, dunque, non entra in contrasto ma anzi si rafforza nel coraggio di chi denuncia i poteri corrotti fuori e dentro le istituzioni, nella società, nel mondo del lavoro, nello sport.
E in questo futuro possibile, da tracciare attraverso i tanti inchiostri della scrittura, non mancheranno: le suggestioni dell'arte, le trame avvolgenti del noir, la narrativa che racconta il reale o lo reinventa, con i cinque scrittori finalisti del Premio Strega e altri autori noti, l'ironia delle “Interviste impossibili” di Dario Vergassola, i mille volti, più o meno nascosti, del Sud e la creatività dei bambini, con uno spazio letture a loro dedicato.

Partendo con la consueta carrellata sulle singole giornate del festival, mercoledì 11 luglio segnaliamo le presentazioni dei volumi “Non possiamo tacere” di Giancarlo Bregantini (ore 21, piazza San Benedetto) e “Sacra Corona Unita” di Mara Chiarelli (ore 21:30, piazza Carime), che forniranno l'occasione per riflettere sul tema sempre vivo della lotta alla criminalità organizzata.

Spazio poi alla pratica della scrittura con l' “Antologia di giovani scrittori in... rete” nata dal progetto no profit “Scrivoanchio.it 2012” (ore 21:30, balconata Santo Stefano); e con la presentazione – alle 23:15, piazza San Benedetto – del premio letterario dedicato a Giorgio De Rienzo, scrittore e critico letterario scomparso nel luglio 2011.

Ancora, mentre la delusione per la recente sconfitta degli azzurri non è del tutto metabolizzata, alle 23:30 (piazza San Benedetto) nelle pagine di “1982. Il mio mitico mondiale” , Paolo Rossi regala un'emozione calcistica che viene dal passato.

Giovedì 12 luglio, in “Otel Bruni” Valerio Massimo Manfredi racconta la storia di una famiglia sullo sfondo della pianura emiliana e delle due grandi guerre (ore 21, piazza San Benedetto), mentre Fulvio Ervas sa muovere le emozioni con “Se ti abbraccio non aver paura” (ore 21:30, piazza dell'Orologio), storia vera di un viaggio che mette insieme su una moto un padre e suo figlio autistico, lungo le strade d'America.

Si trattiene poi il fiato per ascoltare il “Respiro corto” di Massimo Carlotto e “Uva noir” di Gabriella Genisi (ore 22, piazza dell'Orologio), e alle 22:15 (piazza San Benedetto) una ventata di ottimismo viene da Veronica Pivetti che racconta la sua personale odissea per uscire dalla depressione in “Ho smesso di piangere”.

Alle 22:45 c'è Vittorio Sgarbi a spiegare che “L'arte è contemporanea” (piazza San Benedetto), prima di entrare – alle 23 – nell'anima sfaccettata del Sud con “Il settimo cielo” di Mario Alfieri Fino (balconata Santo Stefano) e con la raccolta di racconti “Nero di Puglia” (vico Porto Raguseo).

Chiude la serata la vis comica di Dario Vergassola con un'intervista impossibile ad Alessandro Cecchi Paone, che parlerà del libro “Il campione innamorato” (ore 23:30, piazza San Benedetto).

“La messa non è finita. Il vangelo scomodo di don Tonino Bello”, con il suo impegno a favore di immigrati, tossicodipendenti, ex detenuti e senza fissa dimora risuona venerdì 13 nella lettura di Nichi Vendola (ore 21, piazza San Benedetto).
Parole di coraggio e di lotta cui fanno eco alle 22 “La rivolta dei migranti” di Vittorio Longhi, impegnato a denunciare discriminazione e sfruttamento (piazza dell'Orologio); e il “Viaggio nell'ottimismo” di Eduardo Punset, che aiuta a osservare la crisi sotto prospettive diverse (piazza San Benedetto).

Alle 23:30, in piazza San Benedetto, le “Interviste impossibili” di Vergassola catturano poi Luca Telese con “Gioventù, amore e rabbia”.  

Nella serata conclusiva del festival, sabato 14 luglio, l'impegno sociale incontra la narrativa. 
Alle 21 Giuliano Foschini e Marco Mensurati svelano i due volti del calcio – il gioco più bello o più sporco del mondo? – ne “Lo zingaro e lo scarafaggio” (piazza San Benedetto), e alla stessa ora (piazza dell'Orologio) Aldo Forbice presenta i volumi “I faraoni” e “Puliamo il futuro”, in un dialogo che spazia dalla denuncia dei privilegi della politica ai comportamenti degli italiani in tema di tutela dell'ambiente.

Si prosegue con Armando Massarenti, che alle 21:30 avverte che “Pagare le tangenti è razionale ma non vi conviene” (piazza Carime), per poi cambiare registro ed entrare nell'élite letteraria del Premio Strega con la cinquina degli scrittori finalisti, Gianrico Carofiglio, Marcello Fois, Emanuele Trevi, Lorenza Ghinelli e il vincitore Alessandro Piperno (ore 22, piazza San Benedetto).
Sul finire della serata, in piazza San Benedetto, ideale passaggio di testimone fra Serena Dandini, che presenta il libro “Grazie per quella volta” (ore 23), e Dario Vergassola, alle prese con un'altra intervista impossibile che questa volta lo metterà faccia a faccia con Mario Sechi (ore 23:30).

Spazio bambini

Il festival non dimentica uno sguardo all'infanzia, come fonte di tutte le utopie e tutti i futuri possibili.

Alle 20:30, nello spazio bambini in piazza dell'Orologio, giovedì 12 luglio Enzo Quarto percorre un viaggio dalla fiaba classica a quella moderna con “Pacobiclip e altri racconti”; mentre venerdì 13 Lucia Zotti riadatta in chiave moderna la favola de “La principessa sul pisello”.

 

Francesca M

© 2012 imieilibri.it


Il festival “Il libro possibile” è organizzato dalle associazioni “Artes” e “Cartesio”.

Per il programma completo consultato il sito ufficiale



Mina - “Tintarella Di Luna”

 

 


Evento organizzato da Associazioni “Artes” e “Cartesio” e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...