“Carducci, poesia e passione civile” alla Casa della Poesia di Milano

laMau Postato da laMau in Eventi > gruppi di letture/reading > incontri letterari
Questo evento si è tenuto il 21 giugno 2012 presso la Casa della Poesia, Palazzina Liberty - Largo Marinai d'Italia, 1 (Milano), alle 21.00.
L'evento...

“Carducci, poesia e passione civile”

“L'arte e la letteratura sono l'emanazione morale della civiltà, la spirituale irradiazione dei popoli” 
(da “Bozzetti critici e discorsi letterari”, Giosué Carducci)

Nel periodo storico in cui ci troviamo, non è insolito pensare ai numerosi intellettuali che nella storia del nostro Paese hanno avuto una forte spinta politica e sociale, facendo della letteratura un tramite per affrontare questioni civili.

Tra loro spicca Giosuè Carducci, il Vate della Terza Italia, che ha fatto del poeta una figura eroica e ha esaltato i valori civili dell’età comunale.

Proprio per omaggiare i suoi intenti civili, giovedì 21 giugno, “La Casa della Poesia” di Milano ospiterà la rilettura di alcune sue opere.

L‘evento è a cura del poeta e critico Giancarlo Majorino, presidente dell’associazione no-profit “La casa della poesia”, e Tiziano Rossi, altro poeta milanese.

Sarà William Spaggiari, professore ordinario di letteratura italiana all’Università Statale di Milano, ad introdurre i presenti nella poetica carducciana, con un nuovo punto di vista, per analizzarne le soluzioni metriche e linguistiche e approfondire i temi sociali, ancora attuali.


Attivo nella vita politica italiana, Carducci, nato in Versilia nel 1835, capì fin da subito che il compito del poeta era di risvegliare negli italiani sentimenti politici e civili, necessari ad uscire dalla crisi culturale della seconda metà dell’800. La sua poesia si sviluppa principalmente nel periodo successivo al Risorgimento, quando la borghesia italiana, raggiunta l’unità, si ritrovò priva di ideali e incapace di affrontare i problemi dovuti ai differenti livelli di sviluppo economico all’interno della nuova Italia. Carducci può essere quindi considerato un poeta vate, il simbolo della nazione Italiana che, nelle prime opere come “Rime nuove e “Odi barbare”, riprende i modelli classici cantando gli eroi e la storia italiana, per poter sottolineare il valore della neonata nazione.

L’importanza della storia e dei suoi insegnamenti è stata trasmessa dal poeta, non solo nelle sue opere ma soprattutto nella sua attività di docente universitario, sotto la cui ala si sono formate grandi menti, come Giovanni Pascoli, Renato Serra, Alfredo Panzini, Guido Mazzoni e molti altri.

Nel 1906 l’Accademia di Svezia gli conferì il Premio Nobel per la letteratura, il primo per un italiano.

“Cittadini di palagio,
mercanti e buon artieri;
E voi conti di maremma, dai selvatici manieri;
Voi di corsica visconti, Voi marchesi de' confini;
Voi che re siete in sardegna ed in Pisa cittadini;
Voi che in volta del levante mainaste or or la vela: pria che arrossi la Verruca

E si spenga la candela,
Fuori porta del parlascio, Su correte arditamente!

Su, Su, popolo di Pisa,
Cavalieri e buona gente!”

(da “Faida di comune”)

“Quando Odoacre dinanzi a l'impeto
di Teodorico cesse, e tra l'èrulo
Eccidio passavan sui carri

Dritte e bionde le donne amàle
Entro la bella Verona, odinici

Carmi intonando: raccolta al vescovo
Intorno, l'italica plebe
Sporgea la croce supplice a' Goti.”

(da “Davanti il Castel Vecchio di Verona, Odi barbare”)


Nel Parco Vittorio Formentano, conosciuto dai milanesi come Parco Largo Marinai d’Italia al centro di Milano, sorgeva il Verziere, mercato ortofrutticolo all’ingrosso, trasferito in periferia negli anni Sessanta.
Del mercato resta solo la Palazzina Liberty, costruita nel 1908, antica sede della contrattazione dei prezzi della frutta, rinata negli anni Novanta grazie all’intervento di Dario Fo e Franca Rame.
La Palazzina ospita solitamente la Civica Orchestra di Fiati di Milano ed è anche sede de “La casa della Poesia”.



Giuseppe Verdi - “Dies irae, Libera me”

 

 


Evento organizzato da la “Casa della Poesia” di Milano e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...