“Trame”. Festival dei libri sulle mafie

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > gruppi di letture/reading > incontro con autori > manifestazioni a tema
Questo evento si è tenuto dal 20 giugno 2012 al 24 giugno 2012 presso Lamezia Terme (Catanzaro), alle (vedi dettaglio eventi).
L'evento...

“Trame”

Festival dei libri sulle mafie

Combattere la criminalità organizzata e fondare un nuovo progetto di sviluppo del territorio è possibile grazie alla cultura: il segnale viene dalla II edizione di “Trame”, Festival dei libri sulle mafie in programma a Lamezia Terme dal 20 al 24 giugno.

Dal cuore della Calabria la voce di un Sud che rompe il silenzio e rifiuta l'omertà, un Sud che si apre al racconto e alla testimonianza, per riflettere criticamente sui mali endemici di questa terra e sul coraggio di chi sceglie di combatterli.
Associazioni antiracket, giornalisti, magistrati, scrittori, uomini e donne in prima linea nella lotta a cosche e clan criminali animeranno cinque giorni densi di incontri nel corso dei quali s'indagheranno le molteplici sfaccettature di un universo in cui ricadono mafia, 'ndrangheta e camorra, fenomeni non circoscritti al Sud ma in costante espansione geografica, con alle spalle solide reti economico-finanziarie che ne determinano la capacità di imporsi come una sorta di “Stato nello Stato”.

Ma come si muovono la politica e la magistratura dinanzi a questa situazione?

Le risposte verranno da inchieste giornalistiche e saggi storici, ma anche dalla testimonianza diretta di persone comuni – dai sacerdoti ai familiari delle vittime –, eroi del quotidiano per i quali la lotta antimafia è scelta di vivere nella legalità.
Saranno loro i veri protagonisti di questo festival che non vuol restare un evento mondano-editoriale in sé concluso, ma punta a proporsi come tappa iniziale per un più ampio processo di riqualificazione culturale che coinvolga la Calabria e l'intero Sud Italia.

In questa direzione si colloca il workshop “Trame di carta. Immaginare l'editoria e la libreria al Sud”, promosso dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e rivolto agli studenti universitari delle regioni del Sud che vogliano operare professionalmente nel mondo del libro.

Quest'anno, inoltre, le parole di “Trame” non si fermeranno a Lamezia Terme, ma arriveranno in tutta Italia grazie al progetto “Trame inedite. Voci contro le mafie”, un audiolibro con testi scritti e letti durante il festival da magistrati, scrittori, intellettuali e artisti. L'audiolibro, realizzato in collaborazione con la casa editrice Emons, uscirà in allegato al settimanale “l'Espresso”.

Venendo al calendario delle singole giornate, forniamo di seguito una carrellata su alcuni fra i tanti eventi di interesse.

In apertura, mercoledì 20 giugno, un incontro tutto al femminile per parlare del “Coraggio delle donne”, figlie o mogli di boss della 'Ndrangheta che decidono di “tradire” le leggi del cuore per quelle più alte della giustizia.
All'incontro, in programma alle 17:30 a Palazzo Nicotera, prendono parte la giornalista di Panorama Bianca Stancanelli, Angela Bubba, Angela Corica, Silvana Fucito e Alessandra Cerreti.

A seguire (ore 19) Gaetano Savatteri e il magistrato Michele Prestipino – in dialogo con Filippo Veltri – presentano “Il Contagio. Come la 'Ndrangheta ha infettato l'Italia”, un racconto puntuale, preciso e ricco di rivelazioni inedite sul modo in cui la 'ndrangheta ha varcato i suoi confini geografici infiltrandosi anche al Nord.

In serata c'è poi l'incontro con il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso (ore 20, San Domenico), che nel libro “Liberi tutti. Lettera a un ragazzo che non vuole morire di mafia” spiega come la mafia sia un sistema culturale e sociale radicato e tale da presentarsi agli occhi di giovani in condizioni di disagio come l'unica alternativa possibile.
Ancora, alle 22 a Palazzo Nicotera torna Bianca Stancanelli per raccontare nelle pagine di “A testa alta” la storia di Giuseppe Puglisi, prete coraggio ucciso nel 1993 per il suo impegno nel sottrarre i ragazzi al reclutamento mafioso nel rione Brancaccio, alle porte di Palermo.

Attenzione puntata sulle nuove generazioni anche giovedì 21 giugno, nella presentazione (ore 22, Palazzo Nicotera) dell' “Atlante dell'infanzia a rischio”, raccolta di mappe elaborata da Save The Children (e scaricabile in pdf all'indirizzo http://atlante.savethechildren.it/) per fotografare la condizione dei bambini nelle varie zone d'Italia.
Nel corso dell'incontro verrà proiettato il documentario “Crescere al Sud”, con le video interviste di nove scrittori che raccontano la loro infanzia.

Ancora giovedì 21 segnaliamo inoltre l'appuntamento con il magistrato inglese John Follain (ore 23, San Domenico), che nel volume “I 57 giorni che hanno sconvolto l'Italia” ricostruisce le stragi di mafia in cui morirono Falcone e Borsellino.

La Chiesa che sceglie di non piegare la testa davanti alla criminalità venerdì 22 giugno avrà la voce di don Pino De Masi e don Vittorio Dattilo, che raccontano la loro esperienza a Giacomo Galeazzi (ore 17:30, Palazzo Nicotera).
Mentre alle 20 (San Domenico) arriva il magistrato Armando Spataro, che nelle pagine di “Ne valeva la pena” ricostruisce alcune scottanti inchieste che hanno segnato la storia del nostro Paese, come quelle sulle Brigate Rosse, il sequestro Abu Omar e il caso Tobagi.

Sport e mafia, fra corruzione e volontà di riscatto sarà poi il filo conduttore della doppia presentazione delle ore 22 a Palazzo Nicotera, quando Gianni Barbacetto incontrerà Gianfrancesco Turano, autore di “Fuori gioco. Calcio e potere. Da Della valle a Berlusconi, da Preziosi a Moratti. La vera storia dei presidenti di serie A”, e Francesco Ceniti con “La nazionale contro le mafie”.

Sabato 23 giugno a Palazzo Panariti c'è il ricordo di due giornalisti vittime della mafia e simbolo della libertà dell'informazione che non teme le minacce.
Alle 19 Maddalena Rostagno, insieme ad Andrea Gentili, ne “Il suono di una sola mano” racconta la storia di suo padre Mauro, ucciso dalla mafia nel 1988 (sulla vicenda di Rostagno vedi anche il nostro commento al libro “Mauro Rostagno. Prove tecniche per un mondo migliore”).
Mentre alle 20 Luigi Politano e Luca Ferrara presentano il graphic novel “Pippo Fava. Lo spirito di un giornale”, che ripercorre la vita del giornalista assassinato nel 1984.

Nella giornata di chiusura – domenica 24 giugno Federico Varese osserva le “Mafie in movimento” e il modo in cui la criminalità organizzata conquista nuovi territori (ore 21, San Domenico).

Nello stesso solco anche l'intervento di Marta Chiavari, che alle 22 a Palazzo Nicotera riflette su “La quinta mafia”, ormai radicata anche al Nord.

 

Francesca M

© 2012 imieilibri.it


Il programma completo del festival è scaricabile qui (in formato pdf).

Per restare aggiornati su eventuali modifiche di calendario consultate il sito ufficiale.

“Trame. Festival dei libri sulle mafie” è un evento realizzato dalla Fondazione Trame, con il sostegno di: Comune di Lamezia Terme, AIEAssociazione Antiracket Lamezia Onlus e FAI (Federazione delle associazioni antiracket e antiusura italiane).



Ennio Morricone - “indagini su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”

 

 


Evento organizzato da Fondazione Trame e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...