“Trentino Book Festival”

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > gruppi di letture/reading > happening > incontri letterari > incontro con autori > manifestazioni a tema > presentazioni
Questo evento si è tenuto dal 15 giugno 2012 al 17 giugno 2012 presso località varie di Caldonazzo (Trento), alle (vedi dettaglio eventi).
L'evento...

“Trentino Book Festival”

“I libri si dividono in due categorie: i libri per adesso e i libri per sempre”
(John Ruskin)

Caldonazzo è un piccolo paese della Valsugana che si affaccia sul lago omonimo da cui nasce il fiume Brenta.
In questa cornice naturale di indescrivibile bellezza, l’Associazione di Promozione Sociale “Balene di Montagna” ha organizzato il “Trentino Book Festival”, una tre giorni per ridare valore all’oggetto che per antonomasia è veicolo di cultura e conoscenza: il libro.

Dal 15 al 17 giugno, Caldonazzo ospiterà incontri con scrittori e giornalisti, concerti, mostre, spettacoli teatrali e laboratori per bambini.

Il Festival si rivolge ai veri lettori, quelli che amano la letteratura autentica, e permette l’incontro con scrittori, filosofi, giornalisti, poeti e artisti che si alterneranno in un lungo dialogo interdisciplinare, al fine di dare parola a tutte le forme di creatività.

Dopo l'inaugurazione ufficiale, venerdì 15 giugno - alle 16.30 al Bar Centrale - il Festival entrerà nel vivo con lo spettacolo multimediale “Voci della città” di Walter Vettori e Marco Latino, un incontro tra musica, poesia e territorio con orientamento popolare.

Si prosegue alle 18.30, presso il Caseificio, con Antonia Arslan  e Pierangelo Giovanetti, che accompagneranno i presenti in un percorso letterario: “Dalla masseria delle allodole al Libro di Mush”, un incontro con le radici della cultura armena e la venerazione di questo popolo per l’oggetto libro, che la scrittrice (vincitrice del Premio Strega nel 2004 con “La Masseria delle Allodole”, e autrice di “Ishtar 2. Cronache dal mio risveglio”) racconta nel suo ultimo romanzo “Il Libro di Mush” (Skira editore).

Alla Fioreria Incanto, la trentina Clara Kaisermann legge se stessa in “Voci d’amore da una locanda” (ore 19.00), mentre al Blue Coffee si terrà l’incontro “Una società dal respiro corto e sinistro”, che sarà occasione per la presentazione di due nuove uscite: Respiro corto” (Einaudi) di Massimo Carlotto e Sinistri” (Edizioni E/O) di Tersite Rossi (ore 19.45).

Per piccoli e grandi, un tuffo in un mondo stralunato: con lo spettacolo Pippi Calzelunghe”, al Teatro parrocchiale (ore 20.30). 

Alle 21.00, presso il Caseificio, il Festival incontra lo sport: Io sto qui e aspetto Bartali”, un appuntamento che riprende il titolo del libro dedicato al grande ciclista e alle dolomiti (edizioni Curcu & Genovese) organizzato da Collettivo em bycicleta.

Più tardi, nella Piazza del Municipio, Riccardo Gadotti e il Corpo Bandistico di Caldonazzo si esibiranno in “Viva Rota Viva Fellini”, un viaggio tra le più importanti colonne sonore scritte da Nino Rota per i film di Federico Fellini, spettacolo scritto dal direttore artistico del Festival, Pino Loperfido.

La prima giornata si concluderà con “Bar Fly. Vino e letteratura americana”, un incontro enogastronomico e letterario che accomuna i racconti che narrano di vino, scritti da Bukowski (vedi il commento su “Storie di ordinaria follia”) su  John Fante, Poe e Raymond Carver e le produzioni vinicole del territorio, con l’accompagnamento musicale di Nikos Betti (ore 22.00 - Albergo Le Due Spade).

Sarà il giallo ad aprire le manifestazioni di sabato 16 giugno, al Caseificio si terrà “Chico Forti: al di qua di ogni ragionevole dubbio”Roberta Bruzzone presenta il suo libro “Chi è l’assassino – Diario di una criminologa” (Mondadori) in cui analizza il caso Forti e gli errori giudiziari che hanno portato alla sua condanna (ore 11.00). 

All’ora di pranzo si terrà “Da Anna Politkowskaja in poi: Russia senz’anima?” (Bar Centrale), un’attenta analisi delle responsabilità che i giornalisti hanno nei confronti della società: interviene la giornalista Susanne Scholl, autrice di “Russia senz’anima?” (Zandonai Editore), con Tiziana Tomasini.

Alle 15.30, il Palazzetto ospiterà Dacia Maraini e i ricordi di vita sepolti nella sua memoria, “Nel giardino dei pensieri lontani”.

Poco più tardi, al Parco Centrale un appuntamento adatto ai più piccoli: una nuova reinterpretazione de “I Tre Porcellini”, con Riccardo Carbone, Simone Noseda e Stefano Zanelli (ore 16.30).
Contemporaneamente si terrà “Booktrailer!”, proiezione di 20 nuovi video-promo di lettura realizzati dai ragazzi a conclusione del progetto “Trovare la strada. Esperienze di vita adolescente”, organizzato dall’Ufficio per il Sistema Bibliotecario TrentinoHamelin Associazione Culturale (già curatrice della bella mostra itinerante “I libri per ragazzi che hanno fatto l’Italia”).

In “Eventocrazia - Come i partiti politici hanno saccheggiato l’Italia”, alle 17.00 al Blue Coffee, Davide Carlucci e Carlo Martinelli parleranno dei grandi eventi organizzati nei periodi di crisi economica, dalle Olimpiadi Invernali all’Expo 2015 di Milano.

Perché accostare Francesco Cossiga e Mick Jagger o Ignazio La Russa e Nelson Mandela?
Lo spiega Claudio Sabelli Fioretti al Caseificio (ore 18.30) nell’incontro “Perché gli oroscopi sono stupendi ma la vita fa schifo?”, in cui si soffermerà sugli oroscopi sinceri.

Alle 19.00 un appuntamento musicale: il gruppo Kalevala presenterà il suo nuovo album “La millesima lingua” in prima assoluta (Piazza del Municipio).
Subito dopo, la Fioreria Incanto ospiterà Ti scrivo da Sella…”, Chiara Turrini e Stefania Scartezzini leggono i testi raccolti nell’omonimo volume (Litodelta Edizioni) e scritti da sei mani differenti sotto la guida di Arte Stella

Uno spettacolo di suoni, immagini e parole che si fondono e si trasformano riempirà la Piazza del Municipio, in serata (ore 21.30): “Macchie Bizzarre”, realizzato da Lughené (ore 21.00), mentre il Teatro Parrocchiale ospiterà “La stanza di Orlando - Viaggio nella testa di Virginia Woolf”, una performance con Maura Pettorruso che si soffermerà sul confronto tra maschile e femminile.

L’ultimo appuntamento della serata vedrà di nuovo protagonisti il vino e la letteratura: “Santi Bevitori. Vino e letteratura italiana ed europea” con testi di Yeats, Paolo Nori e Gaetano Cappelli, accompagnati da Tiziano Montibeller alla fisarmonica (ore 22.30).

Domenica 17 giugno si aprirà con la Passeggiata letteraria alla Torre dei Sicconi (partenza ore 10.00 dalla Piazza del Municipio), una passeggiata di un ora fino al sito archeologico.
Alle 11.00 Mariapia Veladiano, autrice di “La vita accanto” (Einaudi), si soffermerà sull’importante tema della lettura nell’incontro “Chi legge salverà il mondo” (Blue Coffee).
Alla stessa ora, al Caseificio, Luigi Dal Cin accompagnerà i più piccoli ne “Il misterioso mondo delle storie”, svelando i trucchi del mestiere di narratore.

All’ora di pranzo, presso il Bar Centrale, un incontro con la letteratura, “Al mal tiempo, buena cara”: il giovane scrittore francese David Fauquemberg presenta il suo romanzo “Mal Tiempo” (edito da Keller).

Alle 14.00, nel Giardino della Torre dei Sicconi, il Festival si prepara al centenario della Grande Guerra con “Venti giorni sull'Ortigara”, evento prodotto dal Trentino Book Festival per il prossimo anniversario “1915-2015”: Andrea Castelli leggerà i brani della tradizione epistolare di guerra accompagnato dalle struggenti voci del Coro La Tor.

Il pomeriggio proseguirà con un altro appuntamento dedicato ai più piccoli: “5 minuti sul lettone”, Chiara Lombardo e Matteo Boato spiegheranno cosa serve ad una storia per vivere (ore 16.30 - Parco Centrale).
Alle 17.00 Luisa Gretter Adamoli presenterà il suo libro “Tre punti di rosso” (Curcu & Genovese) in cui racconta la storia di Alfonsina Gonzaga Madruzzo (Bar Centrale).

Un secondo appuntamento legato alla Grande Guerra si svolgerà alle 17.30, alla Piazzetta della Fonte: “La strana guerra del tenente Musil, i bibliotecari della Valsugana leggeranno la novella “Grigia” legata alla Valle dei Mocheni.

Alle 17.30 Concerto per variazioni d’amore: parole e musica si intrecciano per raccontare l’amore romantico, quello passionale e quello folle (al Caseificio).

Di seguito, al Blue CoffeeLuca Doninelli affronterà il tema “La fortuna della scrittura”, raccontando le sue vicende di scrittore “di fortuna”.

Ritorna protagonista il reading: in “Antologia della malata felice”, Chiara Turrini e Stefania Scartezzini leggono le opere della poetessa Angela Bonanno (ore 19.00, presso la Fioreria Incanto).

Alle 20.00, al Palazzetto, Erri de Luca  parlerà del suo nuovo libro “Il torto del soldato” (Feltrinelli) e del senso di sconfitta che attanaglia il protagonista.

Alle 21.30 la musica farà capolino in Piazza del Municipio con The Bastard Sons of Dioniso. La band sarà accompagnata dall’attore trentino Denis Fontanari e dai testi di Giovanni Pascoli per creare una interessante performance: “D’un pianto di stelle”, omaggio a Giovanni Pascoli nel centenario della morte.

Alle 22.30 si terrà l’ultimo appuntamento del “Trentino Book Festival”, nonché ultimo incontro di vino e letteratura: “Della Terra e del Vino. Vino e letteratura trentina”, con testi di Nedda Falzolgher, Giacomo Sartori, Fabio Marcotto, Carlo Cimadom e Fortunato Depero.

Per maggiori informazioni consultate il sito ufficiale: http://www.trentinobookfestival.it/

laMau

© 2012 imieilibri.it



Nino Rota - 8½

 

 


Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...