I “Dialoghi” di Trani

L'evento...

I “Dialoghi” di Trani

XI edizione

Mettersi in ascolto dell'attualità, coglierne gli spunti di riflessione, avviare il dibattito: questi gli obiettivi semplici e fondamentali che anche quest'anno caratterizzano la rassegna “I Dialoghi di Trani” - giunta all'XI edizione –, in programma dal 14 al 17 giugno negli spazi del Castello Svevo di Trani.

Nato nel 2002 da un'iniziativa dell'associazione “La Maria del porto”, l'evento ha ottenuto dal Ministero per i Beni e le attività culturali il premio per la miglior manifestazione di promozione del libro e della lettura di rilevanza nazionale realizzata nel 2009.

Fin dagli esordi, “I Dialoghi di Trani” hanno puntato a una riconquista simbolica degli spazi cittadini attraverso il recupero di forme antiche di socialità, quando lo stare insieme, il discutere, il confrontarsi erano esperienze da vivere nelle piazze, nelle strade, in bar e luoghi di ritrovo, non dietro lo schermo di una tv o di un computer.

Fra reading, dibattiti, mostre, spettacoli e workshop, filo conduttore degli eventi di quest'anno è l'idea del “cambiamento”:

Cosa significa cambiare – per i singoli e per la collettività – e fino a che punto siamo disposti ad accettare il cambiamento?
Nel magma di una società in costante metamorfosi, occorre fare i conti con la crisi di un'economia che pare orientarsi verso una trasformazione epocale del capitalismo, e con quella di uno Stato dalle istituzioni deboli; con la rivoluzione digitale, che ridisegna l'immaginario dell'uomo contemporaneo, e con i progressi nel campo della medicina e della ricerca scientifica, che aprono riflessioni su accanimento terapeutico e diritto a una morte dignitosa; con il disagio del mondo giovanile, stretto fra disoccupazione, precariato e desiderio di cercare all'estero opportunità migliori. Il “cambiamento” innesta su nuove mappe i confini fra locale e globale, riscrive le identità dei popoli, spinge a ripensare le sorti dell'Europa in contesti più ampi.

Dopo le anteprime del 4 e 6 giugno (che hanno visto protagonisti Massimo Cacciari e Dacia Maraini), la rassegna entra nel vivo giovedì 14 giugno, al cortile centrale del Castello Svevo, dove alle 18 il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola legge alcuni brani tratti dal libro di padre Ernesto Balducci “Siate ragionevoli chiedete l'impossibile”, un'appassionata ricognizione della crisi della contemporaneità, fra mancanza di senso dello Stato, egoismo e democrazia che arranca.

La parola passerà poi a Umberto Galimberti, autore del volume “I miti del nostro tempo”, che dialogando con Pietro Del Soldà a partire dalle ore 19 rifletterà sulla rivoluzione tecnologica e l'avvento del digitale, evidenziando le profonde trasformazioni che questi nuovi scenari determinano sull'uomo, sui suoi rapporti con l'ambiente, con il prossimo e con i modelli interpretativi del reale.

Chiudono la serata, alle 20:30, Erica Mou e Roberto Angelini, che suonano e si raccontano in un concerto-intervista con Stefano Mannucci.

Un appuntamento che scuote le coscienze è quello di venerdì 15 giugno (ore 15, Sala Re Manfredi), quando si parlerà dei progressi della medicina e dei nuovi ritrovati della scienza, che hanno modificato sensibilmente il processo del morire, ponendo problemi ancora irrisolti sul confine fra vita e morte, fra diritto e abuso terapeutico. Punto di partenza sarà la vicenda di Eluana Englaro, cui è dedicato il documentario “7 giorni” di Giovanni Chironi e Ketty Riga, e il dibattito che vedrà gli interventi di Francesco D'Agostino, Beppino Englaro e Cinzia Sciuto.

Gli incontri proseguono poi nel cortile centrale con Sergio Givone e Pietro Del Soldà, che discutono della nuova definizione dei concetti di globale e locale (ore 17).

Andrea Baranes, Francesco Raparelli, Linda Laura Sabbadini, Giorgio Zanchini, si chiederanno quali garanzie e quali incentivi offre la società di oggi per il futuro dei giovani (ore 18). Mentre, Antonio Pascale (autore del volume “Pane e pace. Il cibo, il progresso, il sapere nostalgico”) e Giuliano Foschini saranno impegnati a valutare il rapporto che l'uomo intrattiene con l'ambiente attraverso quello che mangia (ore 19:30).

In serata l'attenzione sarà puntata su fotografia e nuovi media, alla scoperta di come cambia l'informazione – soprattutto nel campo del fotogiornalismo –, adattandosi all'universo del web: ne parlano, a partire dalle 20:30, Denis Curti, Michela Frontino e Cosmo Laera. Ancora, alle 21:30 (Saletta cortile sud) è il momento dello spettacolo in prosa “Ri-Tratto di Antonio Gramsci”, di e con Betti Pau - Is Mascareddas.

Nella mattinata di sabato 16, alle 10:30 presso il cortile centrale, in un incontro dedicato alla memoria del giurista Antonio Cassese Presidente del Tribunale penale internazionale per l'ex-Jugoslavia –, si riflette su quegli uomini che anche nei periodi più bui della storia dell'umanità non hanno rinunciato a lottare contro il male e le ingiustizie: ne parlano Gabriele Nissim (autore del libro “La bontà insensata”) e Silvia Godelli.
Alle 11:30, ancora al cortile centrale, la parola passa invece a Franco Cassano, Piero Dorfles e Roberta De Monticelli, che tracciano un ritratto degli italiani al tempo della crisi.

Nel pomeriggio, una parentesi cinematografica con la proiezione del documentario “Marco Ferreri: il regista che venne dal futuro” di Mario Canale (ore 15, Sala Re Manfredi), prima di tornare al cortile centrale per dialogare di problemi d'attualità e della crisi economica in contesto italiano (ore 16, con Fabrizio Barca, Emilio Carnevali e Maurizio Landini) e mondiale (ore 18, Massimo Brutti, Giovanni Vecchi, Guido Viale, Giorgio Zanchini). Alle 19:30 (sempre al cortile centrale) c'è poi il “Diario di un senza fissa dimora. Etnofiction” di Marc Augé, che racconta come sia difficile la vita dei senza tetto in una grande metropoli. Infine, alle 21 Palazzo Beltrani si accende con lo spettacolo musicale di Saba Anglana “Life changanysha. La vita ci mescola”.

Nella giornata conclusiva de “I Dialoghi di Trani” domenica 17 giugno –, al cortile centrale del Castello, incontriamo Paolo Flores d'Arcais e Luciano Canfora, che discutono sui concetti di democrazia e liberismo (ore 10:30).
Alle 12, Massimo Carlotto coinvolgerà i lettori nelle atmosfere cariche di suspense del romanzo “Respiro corto”.

Ad aprire il pomeriggio (ore 15, Sala Re Manfredi) ci sarà invece lo spettacolo “Alda Merini. Una donna sul palcoscenico”, con Cosimo Damiano Damato, Lorenzo Procacci Leone, Vito Santoro.

Mentre i dibattiti proseguono, ancora nel cortile centrale del Castello, prendendo in considerazione: il modo in cui la rete modifica la realtà dell'informazione (ore 18, con Emil Abirascid, Piero Dorfles e Jacopo Zanchini); il precariato e la ricerca del lavoro per i giovani (ore 19:30, con Sara Root – autrice di “Aria precaria” – e Antonio Di Giacomo); fino a una riflessione sulla cultura che “fa sistema” (ore 20:30, con Armando Massarenti e Marino Sinibaldi).

Workshop e Laboratori

L'edizione 2012 e “I Dialoghi di Trani” propone anche un ricco calendario di workshop e laboratori dedicati a grandi e piccini.
“Sognalibro” è un cantiere aperto di narrazione e creatività condotto da Vincenzo Covelli ed Elisa Mantoni per tutta la durata della rassegna (da giovedì 14 a domenica 17) presso la Saletta cortile Sud, dalle 16:30 alle 18. Gli appuntamenti sono divisi per fasce d'età: dedicato ai ragazzi fra i 10 e i 13 anni quello di giovedì; ai bambini dai 6 ai 10 anni quelli di venerdì e sabato; fino all'appuntamento finale di domenica, aperto a tutti. (info e iscrizioni: 340.6105956 – info@libreriamiranfu.it)

Fra gli altri eventi segnaliamo inoltre la passeggiata ecofilosofica per piccoli e grandi, guidata da Laura Fabiano (giovedì 14 giugno, ore 18, piazza Re Manfredi; info e iscrizioni: nic.spall@alice.it); e l'escursione in bicicletta nel Parco nazionale dell'Alta Murgia (domenica 17, partenza ore 8:30, ingresso Castello. Info e iscrizioni 338.9881731info@ciclomurgia.com).

Mostre, Performance e “vetrine”

A completare il programma de “I Dialoghi di Trani” ci saranno poi le performance “Mare nostrum. Immaginari di confine” e “Conventillos. Gli spazi dell’immaginazione” (Salette cortile centrale, giovedì 14 giugno dalle 17 alle 20; venerdì, sabato e domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20).
Mentre Palazzo Beltrani sarà la sede della mostra “Visconti, la ricerca estetica. I falsi autentici”  (orari: giovedì dalle 18 alle 20; venerdì, sabato e domenica dalle 11 alle 13 e dalle 18 alle 20).
Diverse le vetrine in cui saranno esposti manufatti realizzati in carcere e oggetti che testimoniano l'evoluzione del nostro quotidiano.

Per il programma completo de “I Dialoghi di Trani” consultate il sito ufficiale della manifestazione

Francesca M

© 2012 imieilibri.it


Ingresso al Castello
Intero € 2
Ridotto (18-25 anni) € 1
Gratuito (fino ai 18; oltre i 65)
L’accesso sarà consentito fino ad esaurimento posti.


David Bowie - Changes

 

 


Evento organizzato da Associazione "La Maria del porto" e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...